Un piano di intervento per l’autunno  Ats cerca alberghi e strutture residenziali

Un piano di intervento per l’autunno
Ats cerca alberghi e strutture residenziali

Aperte dall’Ats tutte le pratiche per l’attivazione di servizi di degenza per la sorveglianza sanitaria pazienti Covid19 e per l’individuazione di disponibilità di strutture per persone positive al Covid19.

Nella fase acuta della pandemia da Covid 19 è stato necessario collocare in strutture alternative soggetti Covid positivi dimessi da strutture ospedaliere che al proprio domicilio non avevano condizioni adeguate per un corretto isolamento.

«Quando la diffusione dell’epidemia era ai massimi, con circa 8.200 persone Covid positive accertate, siamo arrivati ad attivare quattro strutture per circa 450 posti occupati. Per la gestione dell’attività di queste realtà (monitoraggio ingressi, dimissioni e controllo da remoto dei parametro vitali) è stato anche attivato Aida, un applicativo gestionale creato ad hoc da Ats Bergamo» spiega il dottor Giuseppe Matozzo, direttore sociosanitario dell’Agenzia di Tutela della Salute.

«Proprio a partire dall’esperienza realizzata nei mesi scorsi, nel predisporre il piano di intervento per l’autunno da attuare nel caso di riacutizzazione della diffusione del Covid19, anche in coerenza con quanto disposto dalla DGR 3525/2020, sono previste l’individuazione e l’attivazione di strutture di tipo alberghiero e residenziale che possano sopperire ad un’eventuale nuova necessità analoga», conclude Matozzo.

Per questo l’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo ha pubblicato due manifestazioni di interesse finalizzate ad individuare:

1. strutture alberghiere o similari per l’accoglienza in isolamento di persone positive al Covid 19 asintomatiche/paucisintomatiche autonome per le quali è necessario un presidio di sorveglianza sanitaria di base ma che non comporta la presenza continuativa medica o infermieristica;

2. strutture residenziali adeguate ad erogare servizi di degenza per la sorveglianza sanitaria di pazienti positivi al Covid 19 autosufficienti o parzialmente autosufficienti con bassi bisogni clinico assistenziali.

La scadenza degli avvisi è prevista per il giorno 25/09/2020. I documenti sono consultabili sul sito di Ats Bergamo


© RIPRODUZIONE RISERVATA