Un treno olimpico per l’aeroporto «Strategico per Milano-Cortina 2026»
Il treno per Orio sarà pronto per l’accensione della fiaccola olimpica nel 2026

Un treno olimpico per l’aeroporto
«Strategico per Milano-Cortina 2026»

Rfi ha indicato il collegamento con Orio come strategico per i giochi di Milano-Cortina del 2026.

Mettiamola così, forse non vincerà un premio per la velocità ma sarà comunque un treno a cinque cerchi. Rfi ha richiesto che il treno per Orio sia tassativamente pronto per le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026. La posizione dello scalo è difatti ritenuta baricentrica, come chiaramente emerso venerdì 5 luglio a Roma nel corso di un vertice con Enac, Sacbo e Ferrovie, tutto dedicata all’opera. Strategica per Rfi.

Ecco, parliamo un attimo dei tempi: nel Piano d’investimento di Rfi presentato in pompa magna qualche mese fa, l’entrata in esercizio del collegamento ferroviario con l’aeroporto è indicata per fine 2023. Quindi ben prima del taglio del nastro olimpico. Va poi ricordato il passaggio elettorale del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, del maggio scorso, durante il quale aveva annunciato l’imminente nomina di un commissario per l’opera, con il precipuo scopo di ridurre i tempi. Di almeno 100 giorni, sempre relativamente all’orizzonte temporale del Piano d’investimenti di Rfi.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 7 luglio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA