Via lo  chef Gritti, chiude il ristorante  Si spegne una luce sul Sentierone

Via lo chef Gritti, chiude il ristorante
Si spegne una luce sul Sentierone

A due anni dall’inaugurazione cessa l’attività. L’amarezza dello chef: me ne vado a testa alta. Il titolare della società: cambio necessario, lo chiede il mercato.

Tempi duri per la ristorazione bergamasca. Nel giro di poche settimane in città si spegne un’altra stella nel firmamento dell’alta cucina. Dopo l’addio di Pierangelo Cornaro alla Taverna del Colleoni un altro chef titolato chiude i battenti del locale che porta il suo nome. Ezio Gritti lascia i prestigiosi spazi di piazza Vittorio Veneto affacciati sul Teatro Donizetti ad appena due anni dalla cerimonia inaugurale del locale. Mercoledì ai dipendenti del ristorante è stata comunicata l’avvenuta cessazione dell’attività, dopo un mese di chiusura per ferie già prorogate oltre il previsto.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1 febbraio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA