Visite ai ricoverati nei 5 ospedali della Bergamo Est: si riparte, ecco le regole

Dopo 17 mesi, i parenti possono tornare nei reparti di degenza. Con green pass, documenti d’identità, mascherina e senza obbligo di prenotazione.

Visite ai ricoverati nei 5 ospedali della Bergamo Est: si riparte, ecco le regole
Il «Bolognini» di Seriate
(Foto di Archivio)

Green pass, documento d’identità e mascherina, ad orari fissi ma senza l’obbligo di prenotazione. Con queste regole riaprono dopo 17 mesi i reparti degli ospedali dell’Asst Bergamo Est, che tra domani e lunedì 16 agosto torneranno ad accogliere accompagnatori e visitatori dei pazienti ricoverati. Un momento atteso da tempo, dopo la lunga emergenza sanitaria. Il piano messo a punto dall’azienda ospedaliera di Seriate è stato studiato per ripartire in sicurezza, con orari e modalità di visita calibrati su ogni struttura e, all’interno di ciascuna di esse, in base alle tipologie di camere e alle peculiarità di ogni reparto. «Cautela dev’essere la parola d’ordine per una riapertura davvero in sicurezza», fa sapere l’azienda che, in una nota, fa appello a tutti coloro che nelle prossime settimane entreranno nei reparti. «Le direzioni mediche hanno lavorato per consentire l’accesso nei presidi; stiamo comunque parlando di strutture molto diverse tra loro, per cui è necessaria certamente la collaborazione di tutti affinché il virus resti fuori e non rischi di colpire i nostri pazienti che già si trovano in condizione di fragilità». In tutti gli ospedali potranno entrare nei reparti solo i visitatori transitati dagli ingressi dei presidi ospedalieri, previa misurazione della temperatura (che dovrà essere inferiore ai 37.5 gradi), anamnesi negativa per sintomi di Covid-19, verifica di validità del green pass e di un documento d’identità.

«Bolognini» di Seriate

L’ingresso dei visitatori nei reparti è consentito da domani tutti i giorni dalle 13 alle 13,45 e dalle 19 alle 19.45, festivi inclusi, a un solo visitatore, per un massimo di 45 minuti, nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari.

Ospedale di Alzano

Al «Pesenti Fenaroli» di Alzano le visite partiranno lunedì 16 agosto. L’ingresso sarà consentito tutti i giorni, festivi inclusi, ad un solo visitatore, nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari con le seguenti distinzioni: per le Unità operative di Chirurgia e Medicina dalle 13 alle 14.30 (due fasce orarie: 13.00-13.30 e 14.00-14.30 da concordare con gli operatori del reparto); per l’Unità operativa di Oncologia dalle 13.30 alle 14.15 e per il Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura dalle 14 alle 14.45.

Ospedale di Gazzaniga

Sempre da lunedì, al Briolini di Gazzaniga l’ingresso sarà consentito tutti i giorni dalle 13.30 alle 14 o dalle 16 alle 16.30, festivi inclusi, ad un solo visitatore, nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari.

Ospedale di Piario

Via libera da domani alle visite all’ospedale Locatelli di Piario. L’ingresso sarà consentito tutti i giorni dalle 13.30 alle 15, festivi inclusi ad un solo visitatore, per un massimo di 45 minuti nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari.

Ospedale di Lovere

Visite consentite da domani anche all’ospedale SS Capitanio e Gerosa, tutti i giorni dalle 13.30 alle 15, festivi inclusi ad un solo visitatore, per un massimo di 45 minuti, nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari.

STESSE REGOLE PER IL POT DI CALCINATE
Hanno riaperto il 12 agosto alle visite ai pazienti ricoverati nel reparto per subacuti del Presidio ospedaliero territoriale di Calcinate (Pot). Valgono le regole sulla sicurezza in vigore anche negli altri ospedali. In particolare, al Pot di Calcinate l’ingresso è consentito tutti i giorni dalle 11 alle 13, festivi inclusi, ad un solo visitatore, per un massimo di 30 minuti nei giorni pari per i pazienti con numero di letto pari e nei giorni dispari per i pazienti con numero di letto dispari. Per l’ingresso nei reparti delle strutture sanitarie che fanno capo all’azienda ospedaliera, è richiesto il green pass anche per gli accompagnatori che prestano assistenza non sanitaria continuativa - variabile secondo le necessità - a specifiche tipologie di pazienti indicati sul sito e sui portali social dell’Asst Bergamo Est. Non è richiesto il green pass a chi, invece, si presenta per una visita ambulatoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA