Lucciole in strada  Misano multa i clienti
A Misano ordinanza antilucciole

Lucciole in strada

Misano multa i clienti

Colto in flagrante con una prostituta e multato di 50 euro. È successo qualche giorno fa a Misano a un automobilista incappato in un controllo di polizia stradale da parte del vigile del Comune, lungo la provinciale Rivoltana.

Si tratta della terza multa comminata quest’anno dalla polizia locale del paese della Bassa a clienti di prostitute. L’uomo, non giovanissimo, si era appartato nella propria auto con una prostituta in un’area poco distante dal distributore di carburanti, di fatto l’unica del paese dove a volte compaiono le «lucciole». In riferimento alla loro presenza sul territorio comunale il sindaco leghista di Misano, Daisy Pirovano, parla di un fenomeno limitato precisando come la polizia locale non faccia altro che far rispettare un regolamento di polizia urbana in vigore da due anni e mezzo, da quando cioè è stato approvato dal Consiglio comunale con la deliberazione del 24 maggio 2012.

Nella fattispecie, l’articolo 37 inizia stabilendo che «in tutto il territorio comunale è vietato a chiunque contrattare ovvero concordare prestazioni sessuali a pagamento, oppure intrattenersi, anche dichiaratamente solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada».

«Ovviamente, per noi – spiega il primo cittadino misanese – si tratta di un fenomeno limitato, non come in altri Comuni, che qui però non viene tollerato come invece succede altrove. Mi spiace per la ragazza ma esiste un regolamento comunale che vieta espressamente la prostituzione e finché le cose staranno così noi ci atterremo alle disposizioni regolamentari applicando le sanzioni. E comunque, fra clienti e signorine, io rispetto molto di più le seconde».


© RIPRODUZIONE RISERVATA