Borghi & Burattini, nuovo ciclo
Il via il 25 luglio in Piazza Vecchia

Borghi & Burattini, nuovo ciclo Il via il 25 luglio in Piazza Vecchia

La crisi non ferma "Borghi e burattini". La stagione estiva di teatro di figura promossa dalla Fondazione Benedetto Ravasio a Bergamo e in provincia - la cui 15sima edizione è stata presentata venerdì a Palazzo Frizzoni, alla presenza dell'assessore alle politiche giovanili del Comune di Bergamo Danilo Minuti e dell'assessore alla cultura della Provincia Giovanni Milesi - allinea ben 29 titoli in 13 Comuni.

Il "cuore" è come sempre in piazza Vecchia in Città Alta, in una delle cornici più prestigiose del teatro di figura italiano: è la sezione "La piazza dei burattini", otto spettacoli dal 25 luglio al 4 settembre, con "big" come il bergamasco Daniele Cortesi, il torinese Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, il napoletano Bruno Leone e il bolognese Romano Danielli.

La sezione in provincia chiuderà il 12 settembre a Bonate Sotto con la consegna del Premio Benedetto Ravasio, che da tredici anni segnala una giovane compagnia italiana. "Borghi e burattini" è sostenuta da Fondazione Cariplo, Regione, Provincia, Comune, PromoIsola, Fondazione della Comunità Bergamasca e un pool di sponsor tra cui Vitali, Hidrogest, Credito Bergamasco, Brunetti Costruzioni, Losa Legnami e Gannet Re.

Quindicesima edizione di Borghi & Burattini: un ciclo di spettacoli di teatro di figura che prende vita nelle piazze di Bergamo e provincia. Il programma cittadino, inserito in Bergamo Estate 2010, avrà inizio domenica 25 luglio e terminerà sabato 4 settembre nell'immancabile cornice di Piazza Vecchia - sotto il Palazzo della Ragione - mentre altri spettacoli si articoleranno in vari borghi della città.

Il resto del programma, infine, si sviluppa nel territorio provinciale con spettacoli proposti nell'ambito di feste comunali, religiose e sportive. Una partecipazione molto significativa, che favorisce la promozione del teatro di burattini e marionette, una forma di intrattenimento tra le più attese e, per questo, molto seguita dal pubblico bergamasco.

La nostra terra, ricca di tradizione, ospita rappresentazioni con Gioppino e personaggi comprimari tratti dalla Commedia dell'Arte, offre una panoramica su altre tradizioni popolari regionali - con Pulcinella e Fagiolino – e presenta un buon numero di spettacoli di teatro di figura moderno che mette in risalto ricerca e nuovi linguaggi.

Si propone, insomma, un ricco cartellone con tecniche di animazione diversificate. Gli eventi sono proposti all'aperto, ma per ciascuno, in caso di pioggia, è previsto un luogo alternativo, asciutto e riparato.

Facciate e portici di Piazza Vecchia tornano dunque a essere la fascinosa cornice de «La Piazza dei Burattini». Il titolo è «Dalla tradizione ai giorni nostri: vizi e virtù di burattini d'ogni epoca» e offre una vista prospettica riguardo alla natura umana, debolezze e qualità dell'uomo. Debutta il 25 luglio una compagnia straniera con un virtuosismo musicale di marionette a filo e, la domenica successiva, ecco Gioppino con una commedia di amore e amicizia.

Nel terzo appuntamento, c'è coraggio e astuzia di Pollicino mentre, il sabato successivo, un'altra compagnia straniera offrirà il classico Guignol recitato in lingua italiana. La sera di Ferragosto, spettacolo di marionette a filo interno e narrazione con gli attori di Guido Ceronetti, in occasione dei 40 anni di fondazione della compagnia.

Il sabato seguente, ancora Gioppino in una storia di odio, coraggio e onore. Nell'ultimo sabato di agosto, ci sarà l'ironia e l'astuzia del più tradizionale dei Pulcinella partenopei. Nella domenica successiva chiuderà la rassegna Fagiolino con una fiaba su generosità e solidarietà, proposta da un grande maestro della tradizione popolare dei burattini.

Il calendario generale comprende tutti gli spettacoli, anche quelli rappresentati in altri quartieri della città e inseriti nella programmazione di Bergamo Estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA