Domenica 16 Ottobre 2011

Infermiere ballerino in tv
Da Ranzanico finisce a «Baila!»

Dalle corsie d'ospedale ai riflettori della tv a passo di danza. È l'avventura di Stefano Tarzia, 35enne infermiere di Ranzanico con la passione dei balli caraibici, uno dei maestri di Baila! su Canale 5 il lunedì. Stefano ha passato una selezione di oltre tremila ballerini non professionisti per danzare nel talent show condotto da Barbara D'Urso.

Nel cast con lui due commesse, un impiegato, un idraulico, un agente immobiliare e tanti altri «non famosi» sponsorizzati da personaggi dello spettacolo, da Martina Colombari a Max Laudadio. Una giuria, composta tra gli altri da Albano e Rossella Brescia, giudica le varie sfide, ma è il televoto a decidere chi viene eliminato. Stefano è ancora in gara e quella di domani sarà la sua quarta puntata, ma sulla trasmissione ci sono molte polemiche. Dopo quella sul plagio di Ballando con le stelle, la fortunata trasmissione di Rai Uno condotta da Milly Carlucci, la seconda è l'accusa di avere tra i maestri dei veri e propri professionisti, e non semplici appassionati. Ma la pecca più grave è quella di essere un flop, tanto che Baila! rischia di essere sospeso. E così anche l'avventura dell'infermiere di Ranzanico rischia di concludersi prima del previsto. Stefano lavora da undici anni all'ospedale di Sarnico, e ha scoperto il ballo nel 2000. «Un mio compagno di canottaggio mi ha invitato a seguire un corso perché ad alcune ragazze mancava un partner – racconta – e da lì è nata la passione».

Già un anno dopo si classifica secondo a una competizione internazionale di salsa. Nel 2002 raggiunge un altro secondo posto al campionato italiano di danze caraibiche, mentre nel 2004 si classifica quarto nella categoria «bachata» in una competizione mondiale di salsa e apre la sua scuola di ballo, «Latin space». Il suo sogno è quello di fare della sua passione la sua professione. «Stefano ha carisma e grinta – racconta Anna Gotti, un'allieva –, è un ottimo insegnante». Da anni Stefano anima le notti bianche di Bergamo, tiene corsi a Seriate e Albino e, da gennaio, anche a Villa di Serio. Ogni anno organizza un saggio a Trescore, il cui ricavato va in beneficenza. «In televisione si trova bene – raccontano i suoi amici –, e ci dice che i vip sono alla mano, si è creata un'atmosfera familiare». L'infermiere-ballerino ha chiesto un'aspettativa dal lavoro perché è impegnato tutta la settimana a Milano nelle prove. Speriamo per lui che non debba fare troppo presto un definitivo ritorno a casa.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata