«Canto la mia anima country». L’esordio di Claudia Buzzetti con «7 Years Crying»
Claudia Buzzetti e Thomas Pagani

«Canto la mia anima country». L’esordio di Claudia Buzzetti con «7 Years Crying»

La giovane cantautrice bergamasca ci guida nelle atmosfere del sud degli Stati Uniti con il suo primo Ep. Potrete anche vederla dal vivo il 24 luglio a Rock sul Serio.

Imbraccia la chitarra e canta insieme a Thomas Pagani sulla massicciata della ferrovia, non nel Tennessee, ma nel quartiere di San Tommaso a Bergamo, Claudia Buzzetti ci accoglie nel cortile della sua abitazione con un sorriso che è lontano mille miglia dai testi spesso cupi e tristi delle sue canzoni. «Oggi mi riconosco nelle personalità degli interpreti della musica country americana - ci dice Claudia -, Jonny Cash, per esempio, nonostante i suoi testi siano intrisi di tristezza e di malinconia nella vita era un burlone, ma anche Hank Williams, Miley Cirus o Dolly Parton sono persone tutte molto estroverse, simpatiche e piene di energia, come lo è d’altronde anche la country dal punto di vista musicale. Le melodie sono spesso vivaci e allegre mentre i testi sono tristi e dolorosi, è forse proprio questa contrapposizione che trovo così interessante».

Guarda l’intervista video a Claudia Buzzetti andata in onda in Tic Tac, la rubrica di cultura e spettacolo del Tg di Bergamo Tv.

In un set improvvisato ma decisamente western, con i treni che sbuffano alle spalle e dinnazi a un condominio che si anima incuriosito, Claudia e Thomas abbozzano i brani dell’album di esordio «7 Years Crying» uscito ai primi di giugno per Edonè Dischi, cinque pezzi che parlano di amore, ma anche di morte e di turbolenze dell’animo.

Claudia si è appassionata alla musica sin da piccola, «in casa era sempre nell’aria, c’erano cd, vinili ovunque. I miei genitori erano molto appassionati, mia mamma cantava davanti alle casse, io e le mie due sorelle improvvisavamo danze e spettacoli: era una specie di incasinato laboratorio creativo».

A 17 anni Claudia fonda una band jazz, continuando a coltivare anche le altre sue passioni artistiche, poi nel 2019 decide di assecondare il suo istinto, vola a New York per mettere alla prova se stessa e le sue ambizioni. Dopo tre mesi torna e decide di fondare un gruppo Claudia Buzzetti And The Hootenanny. Ha un bel po' di idee e le vuole trasformare in un disco. Il risultato arriva dopo oltre un anno di lavoro ed è tutto da ascoltare.


r.vitali
Roberto L.Vitali Giornalista Redazione Web L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA