Concorso lirico e Rubini Festival Romano, celebra il «suo» illustre tenore
Un ritratto di Giovanni Battista Rubini

Concorso lirico e Rubini Festival
Romano, celebra il «suo» illustre tenore

Dal 25 al 27 aprile la V Edizione Concorso internazionale di Canto lirico e dal 7al 27 aprile la IV Edizione Rubini Festival per ricordare e festeggiare il celebre concittadino vissuto a Romano tra il 1794 e il 1854.

Il Rubini Festival abbraccia quest’anno all’interno del proprio cartellone le date del Concorso internazionale di canto lirico G.B. Rubini, giunto alla quinta edizione: «Un modo per fare delle due manifestazioni un unicum, tale da dare a Romano la risonanza che merita e non soltanto come patria del grande tenore», come nelle parole del Sindaco di Romano Sebastian Nicoli.

Si parte domenica 7 aprile, compleanno del grande tenore, che dallo scorso anno è diventato davvero un giorno di festa cittadina. Il rinnovato Teatro della Fondazione OO.PP. G.B. Rubini ospiterà, a partire dalle ore 17.00:
- la presentazione del Concorso internazionale di Canto Lirico 2019, con la partecipazione del Sindaco di Romano di Lombardia Sebastian Nicoli e di Abramo Bonomini Presidente della Fondazione OO.PP. G.B. Rubini;

- la presentazione del monumentale epistolario di Giovanni Battista Rubini, che permetterà ricostruzioni storiche e musicologiche importanti della vita artistica degli anni del Maestro. Presentazione affidata a Maria Chiara Bertieri, curatrice dell’epistolario, e a Paolo Fabbri Direttore Area scientifica della Fondazione Teatro Donizetti (come da presentazione posta di seguito);

- un concerto per fagotto e pianoforte con Mario Garavelli protagonista e interprete di fantasie su arie di opere di Donizetti e Bellini, già “cavalli di battaglia” di Rubini, trascritte per il suo strumento (come da programma posto di seguito).

Il Concorso internazionale di Canto lirico G.B. Rubini, da quest’anno a cadenza biennale, si terrà invece nei giorni 25 (Eliminatorie a porte chiuse), 26 (Semifinale a porte chiuse) e 27 aprile 2019, data della serata finale aperta al pubblico, alle ore 20.45 presso l’Auditorium Caterina Merisi dell’ISS G.B. Rubini di Romano.

Alta la qualità delle precedenti edizioni, che hanno lanciato nel panorama lirico internazionale giovani cantanti che in questi anni hanno calcato le scene di diversi teatri italiani, Scala compresa: da Taisya Ermolaeva a Bianca Tognocchi, da Andrea Comelli a Keon Woo Kim, da Carlos Cardoso a Selene Zanetti, da Bum Jo Lee ad Erika Tanaka e ancora a Paola Leoci, vincitrice dell’ultima edizione del Concorso.

Di prestigio le adesioni degli artisti che hanno preso parte alle giurie in questi anni; artisti a cui si uniscono le personalità del mondo lirico che siederanno in giuria quest’anno: Giovanna Lomazzi Vice Presidente Teatro Sociale Como/AsLiCo (presidente della giuria), Corinne Baroni Direttore Teatro Coccia di Novara, Danilo Boaretto Direttore di OperaClick, Elena Bresciani Mezzosoprano, Paolo Fabbri Direttore Area scientifica Fondazione Teatro Donizetti di Bergamo e Marco Impallomeni MCdomani Artist Management. Aumentato il “montepremi” rispetto al passato: primo classificato 2500 euro, secondo classificato 2000 euro, terzo classificato 1500 euro.

Mercoledì 17 aprile, a metà percorso tra la giornata inaugurale del Rubini Festival e la Finale del Concorso 2019, alle ore 16.30 presso Palazzo Rubini, la casa del grande tenore, si terrà la premiazione pubblica dei lavori degli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Romano, che avranno partecipato al Concorso, sempre intitolato a Rubini, a loro dedicato.

Il Concorso internazionale di Canto lirico G.B. Rubini e il Rubini Festival sono possibili grazie al contributo del Comune di Romano, che ne è l’ideatore e il principale sostenitore, alla collaborazione della Fondazione OO. PP. G.B. Rubini e all’operato del Comitato Rubini.

Domenica 7 aprile
Presentazione epistolario Rubini

Il volume Qui la voce sua soave. Le carte di Rubini a Romano di Lombardia, curato da Maria Chiara Bertieri, edito dalla Fondazione OO. PP. G.B. Rubini e dal Comune di Romano di Lombardia, raccoglie tutti i documenti relativi al più noto tenore del XIX secolo, Giovanni Battista Rubini, custoditi nel Museo Rubini di Romano di Lombardia, suo paese natale. Parte di questi documenti era stata pubblicata nei due tomi intitolati Rubini l’uomo e l’artista: ora li si ripropone in edizione commentata e arricchita anche di quella parte che allora si scelse di non pubblicare, e tutti in lingua originale.

Si tratta complessivamente di quasi un migliaio di pezzi, in gran parte pubblicati nella loro interezza, e corredati di dettagliate notizie sui fatti e sui personaggi citati: tutte le lettere scritte o ricevute da Rubini, nonché tutte le lettere di altri mittenti e destinatari che contengono elementi rilevanti al fine della conoscenza puntuale della personalità e carriera di questo cantante.

Concerto

Giuseppe Tamplini

(1807-1888)

Fantasia su temi del Don Pasquale

Fantasia su temi dell’Elisir d’amore

Antonio Torriani

(1829-1911)

Fantasia sul tema del Pirata

Mario Garavelli fagotto

Sin So Young pianoforte

Ingresso a tutti gli appuntamenti libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, salvo diversa indicazione


© RIPRODUZIONE RISERVATA