Lunedì 20 Febbraio 2012

Creberg Teatro, sapore di Spagna
C'è il flamenco di Antonio Gades

Al Creberg Teatro di Bergamo è la volta del flamenco. In scena mercoledì 22 alle 21 uno degli spettacoli più rappresentativi della Spagna: «Carmen», terzo balletto narrativo di Antonio Gades dopo «Bodas de sangre» e «Suite flamenca», e primo lavoro scenico frutto della sua collaborazione con il cineasta Carlos Saura.

La versione teatrale è stata concepita quasi parallelamente alle riprese del film «Carmen story» diretto da Saura. L'inaspettato successo del film colse di sorpresa entrambi e incoraggiò Gades a realizzarne una versione teatrale che si sarebbe poi rivelata un capolavoro al pari degli altri due suoi lavori.

«Ne hanno fatto spesso un personaggio frivolo ma Carmen non ha niente di frivolo! – dichiarò Gades in una intervista rilasciata alla scrittrice Carmen Covito - è una donna che si fa rispettare dagli uomini, e va con gli uomini, e non crede nella proprietà privata dei sentimenti. Quando ama, ama e quando smette di amare, smette di amare. Pur di non perdere la sua libertà, si precipita verso la morte: la morte è presente e visibile fin dall'inizio, non arriva all'improvviso. Carmen sa che la uccideranno, ma per lei è molto più importante questo senso, così nobile, della libertà. No, non è frivola e non è sciocca! è una ribelle. Contro determinate situazioni, e contro determinate classi».

Proprio perché la vedeva così, Gades si è rivolto alla Carmen di Mérimée, e non a quella di Bizet, quella con i lustrini: «Prova ne sia – disse nella stessa intervista il ballerino - che utilizzo la musica dell'opera solo dove voglio e come voglio: precisamente come contrappunto alla nostra musica popolare».
 
Mercoledì sera al Creberg a dare vita a «Carmen» e alla sua storia la Compagnia Antonio Gades diretta da Stella Arauzo, che in passato ha danzato con Antonio Gades subentrando a Cristina Hoyos nell'interpretazione di Carmen.

I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del teatro dalle 13 alle 19, oppure sul sito www.greenticket.it. Nel giorno dello spettacolo la vendita inizia alle ore 20. Biglietteria CrebergTeatro: tel. 035.34.34.34

fa.tinaglia

© riproduzione riservata