Gusto della Cultura, Cultura del Gusto Dal 29 Know & Taste, the local heritage

Gusto della Cultura, Cultura del Gusto
Dal 29 Know & Taste, the local heritage

Gusto della Cultura, Cultura del Gusto: nasce Know & Taste the local heritage, il nuovo circuito tra ville, palazzi e castelli che coinvolge sei Comuni della Pianura Bergamasca. Il lancio dal 29 agosto con un calendario di iniziative/esperienze culturali, artistiche, teatrali, musicali, enogastronomiche che ci accompagnerà fino ad ottobre. Tutte rigorosamente gratuite.

Si tratta di un progetto pilota promosso dalla Provincia di Bergamo - Servizio Turismo, con il contributo di Regione Lombardia, per sperimentare nuove possibilità di vivere il territorio che incrociano storia, patrimonio culturale, paesaggio, prodotti tipici, tradizioni, immaginario, comunità, relazioni. Un percorso fatto su misura per il visitatore e il turista che sono in cerca di esperienze uniche, di liberare l’immaginazione lungo itinerari ancora poco noti al turismo di massa e ai classici circuiti delle città d’arte.

La formula Know & Taste propone l’esperienza di una scoperta creativa e multiforme di quelle identità locali che rendono unico un territorio, a caccia di quella diversità culturale che si è rivelata una ricchezza impagabile nell’omologazione del villaggio globale. Il progetto è l’invito ad immergersi nel tessuto connettivo più autentico delle terre di confine della Pianura Bergamasca, storicamente contese tra Repubblica di Venezia e Ducato di Milano. A seguire i fili rossi di una trama di palazzi, dimore storiche, castelli e fortificazioni, tesori nascosti e piccoli borghi, ma anche produzioni enogastronomiche che sono parte inscindibile del patrimonio culturale delle terre di Bergamo.

Nasce così nell’estate 2020 un network di sei Comuni, prima tappa verso la creazione di un più ampio circuito di Ville, Palazzi e Castelli della provincia di Bergamo: Cavernago, che con i due castelli di Cavernago e Malpaga si lega indissolubilmente alla figura del grande condottiero Bartolomeo Colleoni; Urgnano, raccolto attorno all’imponente Rocca viscontea, custode di storia e di misteri; Treviglio, con le vicende scritte nelle pietre della Torre Civica del XIV secolo e del monastero del XII sec.; Brignano Gera d’Adda, con il Palazzo Visconti, la leggendaria dimora dell’Innominato de «I Promessi Sposi»; Caravaggio, che si lega al grande pittore, con il convento e la chiesa affrescata di San Bernardino; Misano Gera d’Adda, con il settecentesco Palazzo Visconti Fugazzola e i suoi giardini di delizie.

Il visitatore si può avventurare nell’universo del «local heritage» della Pianura bergamasca percorrendo l’itinerario in autonomia, oppure partecipando al calendario degli eventi storici, artistici, letterari, teatrali ed enogastronomici pensati per rigenerare un patrimonio culturale, che non si deve solo conservare, ma anche vivere, ascoltare, assaporare.

Dal 29 agosto al 4 ottobre i luoghi storici della Pianura diventano protagonisti e allo stesso tempo palcoscenico di iniziative pensate per coinvolgere adulti e bambini nella sperimentazione del paesaggio della storia come ricchezza del presente, raccontata da specialisti come dall’inconfondibile linguaggio dei burattini, trasportata dalle note della musica dal vivo così come dalle narrazioni tessute dal teatro, dalla rievocazione della vita di corte o dalla magia dei tableaux vivant.

Tutte le iniziative saranno ad ingresso gratuito e saranno accompagnate anche da una scoperta del gusto, con la degustazione di quei prodotti tipici che fanno parte a tutti gli effetti del passato e del presente di queste terre, dai formaggi alla farina bramata, dal grano del Condottiero ai biscotti del Campanile, dal miele al Moscato di Scanzo. Ad orientare il visitatore lungo le tappe dell’itinerario e del calendario eventi una miniguida in distribuzione gratuita, alla scoperta di palazzi, dimore e castelli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA