Il dialogo passa dal cinema, al via la 16esima edizione dell’Integrazione Film Festival

L’appuntamento Prende il via martedì 10 maggio la 16esima edizione di IFF - Integrazione Film Festival: a Bergamo, fino a domenica 15, si svolge il concorso cinematografico internazionale per cortometraggi e documentari dedicati a intercultura, identità, inclusione.

Il dialogo passa dal cinema, al via la 16esima edizione dell’Integrazione Film Festival

Organizzato da Cooperativa Ruah insieme a Lab 80 film, il Festival si terrà per la prima volta presso la sala cinematografica Lo Schermo Bianco, all’interno del nuovo polo culturale Daste e Spalenga. In programma sei giornate di film in anteprima, incontri con registi e attori ed eventi collaterali con special guest, quest’anno tra gli altri Marilena Delli Umuhoza, Ian Brennan, Selin Ardak e il Collettivo ZimmerFrei.

Sono 13 i film in concorso, 9 cortometraggi di finzione e 4 documentari, cui si aggiungono due film fuori concorso, Il legionario di Hleb Papou (presenti in sala, nella serata di apertura del Festival, il regista Hleb Papou e gli attori protagonisti Germano Gentile e Maurizio Bousso) e Tuk Tuk di Mohamed Kheidr, entrambe produzioni pluripremiate nei festival internazionali e in anteprima assoluta per la città.

IFF si conferma un festival di respiro internazionale: le produzioni quest’anno in concorso arrivano da Iraq, Qatar, USA, Brasile, Francia, Spagna e Italia, selezionate tra quasi 350 proposte iscritte da registi di tutto il mondo. Le premiazioni sono previste nella serata di sabato 14 maggio, mentre domenica 15 giornata Family Sunday-Daste: dalle 15 laboratori, spettacoli e giochi per tutti, con proiezione del film Flee di Jonas Porter (Danimarca/Francia/Svezia/Norvegia 2021, 89’).

Tutti i film in programma saranno disponibili anche in streaming, sulla piattaforma OpenDDB –Distribuzioni dal Basso, per alcuni giorni a partire dalla data in cui vengono proiettati, arricchiti da un video di presentazione dei registi (tutte le info su www.iff-filmfestival.com).

Amir RA codirettore di IFF

Durante le serate del Festival saranno presenti tutti i registi dei film in programma e fuori concorso, che dialogheranno col pubblico al termine delle proiezioni. Quest’anno una importante novità alla direzione artistica: Amir RA, regista e direttore della fotografia italiano di origini egiziane, è il nuovo codirettore del Festival, insieme a Giancarlo Domenghini. Da anni lavora sul tema delle identità multiple e dell’intercultura; nel 2020 ha vinto la sezione Cortometraggi di IFF con il suo film I am Fatou, pluripremiato e distribuito in tutto il mondo, ora visibile su Amazone Prime Video. Per l’edizione 2022 Amir RA porta inoltre a Bergamo la mostra legata al suo progetto Origines: noi siamo il futuro, dedicato alla valorizzazione dei talenti di ragazzi e ragazze italiani di provenienze migranti. In mostra le immagini di tredici giovani, reinterpretazione in chiave contemporanea de Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Spiega Amir RA, codirettore artistico di IFF: «Questo Festival è una possibilità di dialogo, uno spazio libero di confronto e di opportunità per tutti coloro che hanno una storia da raccontare. È quanto ho vissuto anch’io: prima ho partecipato iscrivendo un mio film e oggi faccio parte della direzione artistica. In un momento storico di conflitto e di tensioni, l’opportunità di vedere le opere cinematografiche selezionate permette di scoprire nuovi punti di vista da diverse parti dal mondo e di intravedere la possibilità di un futuro basato sul concetto di integrazione e scambio reciproco».

«Questo Festival è una possibilità di dialogo, uno spazio libero di confronto e di opportunità per tutti coloro che hanno una storia da raccontare»

Il programma di martedì 10 maggio

Ore 18.00-19.00, Spazio Agorà - Inaugurazione mostra ORIGINES e proiezione “ORIGINES-Le Voyage” di Amir Ra
Ore 20.45 - Schermo Bianco-Presentazione e proiezione del film “Il Legionario” (Italia, 2021, 81’, v.o. it) di Hleb Papou.
A seguire Q&A: con il regista Hleb Papou e gli attori Germano Gentile e Maurizio Bousso.

Il programma completo del Festival, con film in concorso, film fuori concorso, incontri ed eventi collaterali, si trova su www.iff-filmfestival.com .

Ingresso a proiezioni ed eventi gratuito su prenotazione. Tutte le proiezioni si svolgono al cinema Lo Schermo Bianco del polo culturale Daste e Spalenga di Bergamo, presso le adiacenti Agorà e Piazza dell’Agorà sono previsti tutti gli eventi collaterali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA