Mercoledì 25 Giugno 2014

Un bergamasco alla corte di Vasco

Il deejay aprirà il concerto a Roma

Sergio Mauri, dj bergamasco

Non è la prima volta che il bergamasco Sergio Mauri apre il concerto di Vasco Rossi con un suo deejay set. È accaduto anche l’altr’anno a Bologna. Il Komandante ha affidato all’agenzia di Bergamo Willy Marano Management il compito di selezionare un manipolo di produttori-deejay e Mauri è della partita mercoledì, giovedì e il 30 giugno a Roma, insieme ad altri della stessa scuderia: BoostedKids, Maury Lobina, Cristian Marchi, Hyenas Bro, The Cube Guys, Squicciarini, Nicola Zucchi, Yaya Deejay.

Si replica a San Siro il 4-5-9-10 luglio. Per un deejay l’esperienza dello stadio cambia la prospettiva. Essere davanti a 60 mila persone per volta deve fare un altro effetto. «Non si racconta facilmente un’esperienza del genere – spiega Mauri, classe 1982, diversi successi discografici all’attivo –. Con un pubblico così variegato e così legato al rock di Vasco, è quasi una sfida, molto stimolante. Devi far ballare e gasare un pubblico che è lì per altro. Non è venuto per ascoltare te. Per fortuna negli ultimi tempi la figura del deejay è accettata in altro modo. Ci sono personaggi come David Guetta che riempiono gli stadi al pari delle rockstar. Suonare prima di Vasco è comunque un onore, anche se il deejay che suona in un grande spazio è ormai una pratica accreditata. Non è una novità».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 giugno

© riproduzione riservata