Un pianetino per Aresi
Il suo libro alla Palomar

«Il villaggio di Marte» è l’antologia di racconti di Paolo Aresi che è stata presentata sabato 25 gennaio nella libreria Palomar di via Angelo Mai. Dieci racconti di fantascienza e dintorni, tra i migliori che l’autore bergamasco ha scritto in questi anni.

Un pianetino per Aresi Il suo libro alla Palomar
Il giornalista Paolo Aresi

«Il villaggio di Marte» è l’antologia di racconti di Paolo Aresi che è stata presentata sabato 25 gennaio nella libreria Palomar di via Angelo Mai. Dieci racconti di fantascienza e dintorni, tra i migliori che l’autore bergamasco ha scritto in questi anni.

Accanto all’autore, in libreria Bruno Bozzetto, cartoonist, e Fabio Cleto, docente all’università di Bergamo. Bozzetto e Cleto condividono con Paolo Aresi la passione per la letteratura e il cinema di fantascienza. Durante l’incontro si è parlato del libro, ma anche del mondo della fantascienza e della narrativa di genere.

Aresi ha pubblicato diversi romanzi e racconti in questi venticinque anni, non soltanto di fantascienza. Con «Toshi si sveglia nel cuore della notte» aveva affrontato il genere noir, con «Ho pedalato fino alle stelle» aveva scritto una storia realistica, «mainstream».

Ma il suo amore più profondo resta la fantascienza. Ricordiamo che nel 2004 con «Oltre il pianeta del vento» vinse il premio Urania. E proprio per la sua attività di scrittore che porta a spasso i lettori fra stelle e pianeti, l’Unione astronomica internazionale ha battezzato un pianetino, un asteroide,con il suo nome.

Il pianetino è 333326 Aresi, scoperto nel dicembre da un astronomo svizzero, Stefano Sposetti. Un piccolo pianeta, un mondo minuscolo che orbita attorno al Sole, un mondo minuscolo situato nella fascia degli asteroidi che, generalmente, orbitano in quell’area del Sistema Solare che sta fra Marte e Giove.

«Il villaggio di Marte» (Delos books, pagine 177, euro 12,80) contiene dieci racconti. Si passa dalla fantascienza classica, dal viaggio nello spazio, alla storia post-apocalittica, a vicende «insolite» ambientate nella nostra terra. Come nel racconto «L’angelo», che si svolge nella nostra città, ai nostri giorni. «Il villaggio di Marte» rappresenta una bella panoramica della narrativa, del modo di scrivere, dei temi preferiti da Paolo Aresi in quella che Dario Tonani nell’introduzione al libro ha definito la sua «fantascienza spirituale».

Nelle storie di Aresi ambientate su Marte, nel centro di Bergamo o in orbita attorno a una stella lontana, si colgono - scrive Tonani - «fotogrammi dall’immaginazione del domani, ma filtrati attraverso una lente familiare, quasi un amarcord del futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA