Una coperta per dire no alla violenza Piazza Vecchia pronta per «Viva Vittoria»

Una coperta per dire no alla violenza
Piazza Vecchia pronta per «Viva Vittoria»

Quadrati di maglia 50x50 centimetri e 2.500 coperte già pronte. «Viva Vittoria» è un progetto che vuole dire no alla violenza contro le donne. Lo fa con un’installazione in piazza Vecchia: il 23 e il 24 novembre prossimi una maxi coperta coprirà la nostra piazza più bella.

Una coperta formata da più coperte e da molteplici «quadrotti di lana» cuciti dalle donne bergamasche, Saranno poi venduti per raccogliere fondi, sempre per le donne. «Nei mesi della preparazione è stato intrecciato un tessuto relazionale fra le donne che hanno offerto il loro impegno. Un tessuto di solidarietà e collaborazione che è nato sia fra le donne che ogni giorno si sono organizzate in gruppi di 30 e 40 a cucire, catalogare ed etichettare nello spazio di «Viva Vittoria» di via Don Luigi Palazzolo 70, a Bergamo, sia nei diversi gruppi delle associazioni che hanno sostenuto il progetto» spiegano le organizzatrici.

Dentro gli scattoloni i tanti quadrotti ricevuti

Dentro gli scattoloni i tanti quadrotti ricevuti

La grande coperta sarà esposta in Piazza Vecchia a Bergamo il 23 e 24 novembre. Qualche numero: 400 sono i volontari che stanno ruotando nello spazio di via Palazzolo per realizzare la coperta, 3.500 le persone coinvolte in città, provincia ed altre località lombarde, nella produzione dei quadrotti; 2.500 le coperte da 1 metro per un metro già cucite ed imballate. Ben 13.900 i quadrotti sono stati ricevuti fino ad ora per un finale di circa 3400 coperte se le volontarie riusciranno a cucirle tutte.

«Questo progetto ha unito tutti con calore e passione durante tutto il suo percorso ed ora non ci resta che invitare tutti a vedere la nostra piazza Vecchia colorata e scaldata dal calore delle coperte che scalderanno anche tutte le persone che le sceglieranno il 23 ed il 24 novembre prossimi, sostenendo l’associazione “Aiuto Donna”- Uscire dalla Violenza» spiegano le organizzatrici. Un lavoro che ha coinvolto il territorio, enti e associazioni, circoli femminili, semplicemente donne che hanno cucito e lavorato insieme per fare rete.

«Viva Vittoria» è l’opera relazionale condivisa nata a Brescia nel 2015 per trasmettere alle donne l’idea che la violenza si può fermare cominciando da noi stesse, dalla consapevolezza che noi decidiamo della nostra vita. Come forma di espressione è stato scelto il fare a maglia, metafora di creazione e sviluppo del sè. Un fare condiviso che produce possibilità di vita.

Il 25 novembre 2015, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, «Viva Vittoria» esordisce calamitando l’attenzione di tanti bresciani. Migliaia di coperte realizzate da donne e uomini hanno rivestito piazza Vittoria a Brescia per quattro indimenticabili giorni di aggregazione, condivisione, energia e solidarietà. Le coperte sono state oggetto di una raccolta fondi a sostegno di un’associazione contro la violenza sulle donne della città.

L’Associazione «Viva Vittoria» nasce dalla partecipazione e dall’entusiasmo di questa esperienza. Nei mesi della preparazione è stato intrecciato un tessuto relazionale fra le donne che hanno offerto il loro impegno e hanno poi espresso il desiderio di proseguire.

Il progetto

Il progetto «Viva Vittoria» prende vita grazie al coinvolgimento delle persone, alle quali viene chiesto di realizzare un quadrato in maglia 50x50 cm, realizzato a ferri o uncinetto, da firmare con il proprio nome. I quadrati raccolti vengono poi cuciti da un filo rosso, quattro alla volta, ad opera delle volontarie per creare coperte che copriranno un luogo simbolo di una città, dando vita all’installazione. Le coperte saranno oggetto di una raccolta fondi a sostegno di associazioni contro la violenza sulle donne del territorio della città che ha aderito al progetto.

«Viva Vittoria», con il suo potere di contaminazione positiva, aggrega le energie vitali necessarie per diffondere un messaggio di consapevolezza e ricordare alle donne che sono artefici della propria vita. Il testimone di «Viva Vittoria» è stato raccolto da altre città: Cremona, Verona, Biella, Palma di Montechiaro, Villafranca di Verona, Parma, Odenwald in Germania e Reggio Emilia.

Le coperte potranno essere acquistate in Città Alta il 23 e 24 novembre dalle 9 del mattino fino alle 19. Gli organizzatori cercano volontari per la presenza a Bergamo (anche dalle 6 alle 9 del mattino per stendere le coperte): per aderire è possibile contattare via mail l’associazione: vivavittoria.bergamo@gmail.com . In caso di pioggia saranno esposte sotto i portici di piazza Vecchia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA