I nuovi iPhone dal 26 settembre
I prezzi? Alti. Da 729 a 1.059 euro

L'attesa non sarà lunga come suggerivano i rumor che giravano su Internet e che parlavano di fine ottobre: i nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus potranno essere ordinati in Italia a partire dal 26 settembre.

I nuovi iPhone dal 26 settembre I prezzi? Alti. Da 729 a 1.059 euro
L’Apple iPhone 6 (a sinistra, schermo di 4,7 pollici) e iPhone 6 Plus (a destra, 5,5 pollici)

L'attesa non sarà lunga come suggerivano i rumor che giravano su Internet e che parlavano di fine ottobre: i nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus potranno essere ordinati in Italia a partire dal 26 settembre.

Come si legge sul sito di Apple, senza abbonamento iPhone 6 costerà 729 euro per la versione da 16 Gb, 839 euro per quella da 64 Gb e 949 euro per quella da 128 Gb. Per quanto riguarda invece l'iPhone 6 Plus, le tre versioni costeranno rispettivamente 839, 949 e 1.059 euro.

La Germania rientra fra i 9 paesi in cui il melafonino arriverà per primo, con preordini dal 12 settembre e vendite dal 19 settembre. Qui il modello base parte da 699 euro, mentre il Plus costa da 799 a 999 euro. Stessi listini in Spagna Portogallo, Austria, Belgio, Olanda. Finlandia e Irlanda, che - come l'Italia - aprono ai preordini il 26 settembre.

Prezzi differenti, ma più bassi, anche in Francia, Regno Unito e Usa, che rientrano nel primo blocco di commercializzazioni. In Francia l'iPhone 6 parte da 709 euro, l'iPhone 6 Plus va da 809 a 1.019 euro. Nel Regno Unito il modello base sarà venduto a 539 sterline (circa 670 euro), il Plus andrà da 619 sterline (770 euro) a 789 sterline (985 euro).

Negli Usa i prezzi partono da 199 dollari per l'iPhone 6 e da 299 dollari per il Plus se si acquista con un contratto di due anni con gli operatori AT&T, Sprint e Verizon. Senza contratto, con T-Mobile, il listino è a 649 dollari per il base e da 749 a 949 dollari per il modello più grande. Perché l’iPhone6 in Italia è il più caro del mondo?

Martedì 9 settembre è stato il grande giorno di Apple, forse il più importante in molti anni: il colosso di Cupertino, oltre ai due modelli di iPhone, ha presentato il sistema di pagamenti mobile Apple Pay, l'attesissimo Apple Watch e iOS 8, l'aggiornamento del sistema operativo.

In coincidenza con la presentazione, su Twitter è partito, immediatamente, l’hashtag #AppleLive, per commentare e seguire in tempo reale la «nascita» dei nuovi prodotti Apple. Una vera e propria frenesia tecnologica mondiale. Un delirio per i patiti di Apple che sta contendendo a Samsung il dominio mondiale nel campo degli smartphone. Leggi i primi commenti del nuovo iPhone6

Steve Jobs sarebbe «incredibilmente orgoglioso» di Apple oggi. Lo ha affermato l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, in un'intervista ad Abc, sottolineando che Cupertino ha iniziato a lavorare all'Apple Watch poco dopo la morte di Jobs. «Il suo pensiero, il suo gusto e il suo incredibile perfezionismo: tutte queste cose sono vive all'interno della società e lo saranno sempre. Il suo Dna sarà sempre il fondamento di Apple» mette in evidenza Cook riferendosi a Jobs. Nemmeno l'Apple Watch - che sarà disponibile dal 2015 - non ha un prezzo popolare (circa 350 dollari negli Stati Uniti) e non è un oggetto autonomo, ma va usato in combinazione con l'iPhone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA