«C’è una fuga di gas» Gorle, anziani derubati

«C’è una fuga di gas»
Gorle, anziani derubati

Non si ferma l’escalation di truffe ai danni di persone anziane. L’ultimo episodio martedì 6 agosto a Gorle.

Due malviventi si sono spacciati per agenti di polizia locale e hanno raggirato una coppia di pensionati, approfittandosi della loro buona fede: è accaduto in mattinata nel quartiere Bajo. Nel mirino è finita una villetta a schiera nella zona di via Zavaritt.

Il fatto si è verificato intorno alle 10. In azione due malviventi con addosso una divisa posticcia - un cappello di color arancione fluo, tute e guanti da lavoro - e un finto tesserino di riconoscimento. Uno dei due complici ha suonato il campanello della casa in cui abitano i due pensionati, lei di 81 anni e lui di 86. La donna, che non ha aperto subito, si è avvicinata al cancellino per chiedere informazioni: il malintenzionato si è qualificato come agente di polizia locale e ha dato l’allarme alla signora. «C’è una fuga di gas, è pericoloso per la vostra salute», ha detto il truffatore nel tentativo di incutere paura alla sua vittima. La tecnica è quella ormai consolidata della fuga di gas nelle tubature dell’acqua e degli accertamenti fittizi da effettuare nell’abitazione da svaligiare.

I due anziani hanno creduto alla versione del truffatore e lo hanno fatto entrare in casa preoccupati per l’allerta lanciato. L’intruso ha chiesto alla donna di aprire il rubinetto dell’acqua e in quel frangente ha spruzzato della spray maleodorante (non urticante), a dimostrazione che l’allarme era serio. «Uscite, uscite, dobbiamo fare una procedura di messa in sicurezza con delle onde d’urto», ha affermato il finto vigile. I due anziani sono usciti dalla loro villetta e nel frattempo è entrato in casa il secondo complice, fino a quel momento rimasto fuori a fare da palo. L’uomo è salito al primo piano della casa e ha svaligiato la camera da letto. Ha tolto una fodera del cuscino e l’ha riempita di monili di oro, collanine, anelli e bracciali. Una volta saccheggiata l’abitazione i due truffatori sono fuggiti con il bottino. Purtroppo i due ottantenni, una volta rientrati, hanno trovato la brutta sorpresa e hanno dato l’allarme ai carabinieri della tenenza di Seriate che sono intervenuti sul posto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA