Fermati ladri «seriali» negli aeroporti Furti anche allo scalo di Orio al Serio

Fermati ladri «seriali» negli aeroporti
Furti anche allo scalo di Orio al Serio

Specializzati in furti negli aeroporti: fermati tre sudamericani a Bologna. Nel mirino anche lo scalo di Orio.

Sono sospettati di essere ladri «seriali» due peruviani e un cubano, età fra i 50 e i 55 anni, tutti con precedenti e irregolari in Italia, denunciati dalla Polizia di Frontiera dell’aeroporto Marconi di Bologna. Sono indagati per almeno due furti ai danni di viaggiatori, commessi a settembre fra lo stesso scalo e quello bergamasco di Orio al Serio, inoltre sono stati denunciati per la ricettazione di abiti e accessori per circa 1.500 euro, rubati da una boutique del centro.

Il terzetto è stato intercettato nel corso dei servizi mirati contro i borseggi ai viaggiatori, organizzati dalla Polizia nelle zone del terminal a maggiore transito. Due sono stati fermati mentre si aggiravano con fare sospetto tra i passeggeri in arrivo al Marconi, mentre il terzo li aspettava in macchina, nella rotonda all’ingresso dell’aeroporto. L’accusa di ricettazione è scattata perché nel bagagliaio dell’auto c’era uno scatolone pieno di vestiti e accessori da donna ancora imbustati, risultati rubati lo scorso 3 ottobre da un negozio di via D’Azeglio.

I tre inoltre stati riconosciuti come probabili autori di furti ai danni di passeggeri avvenuti negli scali di Bologna e Bergamo. Uno dei tre ha esibito documenti d’identificazione contraffatti ed è stato così denunciato anche per questo reato. Per tutti è stato emesso un decreto di espulsione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA