La Treccani ora è dei ragazzi

La Treccani ora
è dei ragazzi

Con 2500 voci, circa 6000 immagini, 10 storie a fumetti. Ora la Treccani è anche per i più giovani: è infatti nata la Treccani dei ragazzi.

La Treccani dei ragazzi è concepita come una guida interdisciplinare alla scoperta del mondo contemporaneo e della sua storia, con approfondimenti sulle nozioni e i personaggi più significativi ed emblematici sia per la crescita culturale e personale dei giovani studenti che per il loro percorso scolastico. Un’opera di semplice consultazione, un modo di fare cultura che crea condivisione, capace di unire le generazioni, grazie al quale scoprire o riscoprire anche il piacere di sfogliare, mentre si acquisiscono le conoscenze necessarie per porre le basi di una visione del mondo corretta e consapevole, presupposto per la formazione di coscienze e persone migliori.

Nasce così la Treccani dei ragazzi: da un’attenta analisi socio-culturale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani: i ragazzi non hanno avuto il privilegio di abituarsi a consultare enciclopedie né di imparare a esercitare la mente sfogliando volumi. In questo particolare momento storico in cui la frequenza scolastica non è più scontata, provano un senso di disorientamento associato ad un profondo desiderio di cultura e conoscenza. Ecco perché Treccani ha deciso di realizzare, nel 2020, un’opera dedicata all’educazione delle generazioni a venire.

La Treccani dei ragazzi si rivolge in particolare agli studenti del primo ciclo scolastico, ma è destinata a rispondere alle curiosità anche dei genitori o dei fratelli maggiori grazie all’attualità e alla varietà degli argomenti trattati. I suoi dieci volumi sono pensati in modo da poter essere utilizzati a seconda dell’età e dei vari livelli di apprendimento.

Uno strumento di conoscenza certificata, firmato Treccani, per guidare i ragazzi nella comprensione del mondo e per aiutarli ad orientarsi nell’epoca della fake news e dell’utilizzo del web come filtro della realtà, talvolta ingannevole. E, perché no, per coltivare nei giovanissimi quel piacere di sfogliare libri ed enciclopedie che oggi la rivoluzione digitale ha offuscato.

La selezione - che include tra le tante altre le voci ambiente, Abramović, Banksy, blockchain, Brexit, Cattelan, comunità, design, equazioni, ghetto, Hirst, labirinto, moda, paura e Zuckerberg - sottolinea l’importanza di costruire un sapere trasversale alla base della conoscenza e dell’apprendimento.

Ogni volume contiene circa 600 immagini (foto, disegni, illustrazioni scientifiche, mappe ecc.) e una storia a fumetti legata ad una voce. Storie educative e di formazione immaginate e illustrate da dieci fumettisti (Ilaria Palleschi, GUD, Eleonora Antonioni, Rita Petruccioli, Virginio Vona, Marta Baroni, Capitan Artiglio, Daniel Cuello, Rachele Aragno e Loputyn), la cui creatività caratterizza l’intero volume in cui è inserito il fumetto.

Un’enciclopedia al passo coi tempi: La Treccani dei ragazzi è arricchita anche da una serie di contenuti digitali e percorsi scolastici di approfondimento a cui ogni giovane studente può accedere direttamente da casa. Uno strumento complementare alla consultazione dei dieci volumi cartacei, che permette di utilizzare al meglio il supporto della tecnologia. È frutto della collaborazione dei più grandi esperti italiani (pedagogisti, giornalisti, storici, scienziati, ecc.), che hanno lavorato a questo progetto perseguendo un obiettivo comune: fornire ai ragazzi e ai loro genitori uno strumento di efficace funzione educativa che fosse complementare a quella della scuola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA