Storie della buonanotte  per bambine ribelli fa il bis

Storie della buonanotte
per bambine ribelli fa il bis

A un anno dall’uscita del primo volume ecco il secondo atto di «Storie della buonanotte per bambine ribelli»: 100 storie di donne straordinarie.

«Alle bambine ribelli di tutto il mondo: voi siete la promessa, voi siete la forza, non vi tirate indietro e tutti faranno un passo avanti». È un’invito all’azione, al coraggio, all’intraprendenza la dedica che apre «Storie della buonanotte per bambine ribelli - 2» di Francesca Cavallo ed Elena Favilli. È passato un anno dall’uscita del primo volume, best-seller internazionale tradotto in oltre 40 lingue, più di un milione di copie vendute: l’inizio di un progetto nato per sovvertire gli stereotipi di genere e creare una diversa cultura del talento e del genio femminile, a partire dai lettori più giovani.

Contiene cento storie di donne straordinarie di ieri e di oggi, da Nefertiti, regina d’Egitto, a Oprah Winfrey, la celebre conduttrice tv, attrice e donna d’affari americana. A illustrarli - come era stato per il primo volume - ci sono i disegni di altrettante artiste contemporanee. Sono ritratti brevi, efficacissimi, ognuno di una sola pagina, fatti per colpire il cuore e l’immaginazione. «Abbiamo acceso un piccolo fuoco - raccontano le autrici nella prefazione - attorno al quale potevamo ritrovarci per condividere un nuovo tipo di storie».

La risposta dei lettori è stata straordinaria: «Insegnanti progettano lezioni intorno a queste pioniere. Politici leggono queste storie ai congressi, giovani donne aprono il libro per risollevarsi dopo una brutta giornata e futuri papà lo prendono per accogliere le loro figlie nel mondo».

Le autrici dopo la pubblicazione del primo libro hanno raccolto moltissime segnalazioni arrivate da tutto il mondo via email e attraverso i social network, e ne hanno tenuto conto per selezionare i personaggi da includere nel secondo volume. Hanno scelto storie poco conosciute come quella di Sarinya Srisakul, l’unica donna vigile del fuoco asiatica di New York, e di Poorna Malavath, scalatrice indiana che nel segreto del suo cuore sogna di diventare agente di polizia come l’insegnante che l’aiutò a vincere la paura. Ci sono poi invece figure molto note come quella di J.K. Rowling, l’autrice di Harry Potter, o l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti.

Quando hanno iniziato Cavallo e Favilli avevano un grande sogno, e continuano a crederci: «Alcuni dicono che le storie non possono cambiare il mondo, ma noi non siamo d’accordo». Le «Storie della buonanotte per bambine ribelli» stanno sicuramente lasciando un segno, hanno gettato un seme, dando vita a un ricchissimo filone editoriale, e suscitando reazioni vivaci. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA