Solai e muri demoliti usati come terrapieni Discariche abusive: prese altre tre ditte

Solai e muri demoliti usati come terrapieni
Discariche abusive: prese altre tre ditte

L’azione dei Carabinieri forestali della Provincia di Bergamo contro lo smaltimento abusivo di rifiuti speciali: individuate altre tre imprese edili di Caprino, Palazzago e Pontida.

I Carabinieri forestali della Provincia di Bergamo negli ultimi mesi, grazie alle efficaci segnalazioni di cittadini attenti, hanno intensificato il contrasto alle attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali provenienti da ristrutturazioni edilizie. Nei Comuni di Caprino Bergamasco, Pontida e Palazzago i militari della Stazione Forestale di Almenno San Salvatore hanno appurato, in tre contesti differenti, la stessa pratica irregolare: per la realizzazione di terrapieni, i titolari delle ditte che eseguivano i lavori di ristrutturazione impiegavano materiali di risulta provenienti dalle demolizioni edili, di fatto per legge considerati rifiuti speciali. Il materiale proveniente dal disfacimento di murature, solai, pavimenti e tetti era stato utilizzato per opere di riempimento in violazione di quanto previsto dal Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/06) che prevede lo smaltimento presso discariche autorizzate.

A conclusione delle attività investigative, i Carabinieri forestali della Stazione hanno individuato i responsabili deferendoli all’Autorità Giudiziaria, applicando la legge sui reati ambientali del 2015 n.68 che prevede, per violazioni sanabili e reversibili per il buon stato dell’ambiente, la possibilità di impartire apposite prescrizioni da parte della polizia giudiziaria. Asseverate tecnicamente dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, tali prescrizioni hanno lo scopo di ripristinare lo stato dei luoghi con la definitiva verifica del regolare smaltimento dei rifiuti.

Nel contrastare questo modus operandi, messo in pratica ormai diffusamente dalle imprese di costruzione con l’unico fine di perseguire un maggiore profitto, il potere di scelta del cittadino committente, sul quale non si escludono delle responsabilità, ricopre un ruolo fondamentale: il consiglio, quindi, in caso di interventi edilizi, è quello di rivolgersi solo a ditte specializzate e qualificate. Considerata l’importanza e la portata del fenomeno, sono stati predisposti a cura del Gruppo Carabinieri Forestale di Bergamo ulteriori servizi finalizzati di prevenzione e repressione, confidando nella sensibilità della cittadinanza che potrà segnalare eventuali violazioni al numero di emergenza ambientale 1515.


© RIPRODUZIONE RISERVATA