Crida e l’inverno che verrà: «Lane e seta, in un abbraccio»

«Le ragazze ritornano a casa». Crida presenta la nuova collezione per il prossimo autunno e inverno e lo fa con un video ricco di atmosfera e di emozione.

Crida e l’inverno che verrà: «Lane e seta, in un abbraccio»

Al centro c’è la casa, una classica cascina lombarda, la terra ancora brulla, le foglie e i fiori dai colori caldi che sono la cornice ideale «per una moda che nasce dal rispetto per l’ambiente e dalla sostenibilità» spiega Cristina Parodi che, con Daniela Palazzi, ha fondato il brand.

Rosso bruciato, bordeaux, verde militare e giallo intenso sono i colori delle sete degli abiti iconici, cachemire purissimo per i cappotti avvolgenti e la maglieria calda come un abbraccio, «quelli che tanto ci mancano ora» spiegano le due stiliste.

La collezione si è estesa e si è fatta più preziosa ma sempre rispettando i canoni di uno stile comodo e femminile, trasformista e contemporaneo, che nei suoi tagli non vuole mai passare di moda , fruibile per tutte le fisicità. «La collezione si è ampliata: da una capsule siamo a trenta capi con anche un cappotto over in cachemire, e siamo rimaste fedeli al progetto con l’abito sempre di riferimento - spiega Cristina Parodi -. Ci siamo misurate con tessuti più pesanti anche se la seta resta il tessuto preferito». Continuano i nomi delle città per gli abiti: «Il “Bergamo?” Lo abbiamo replicato sia in lana con mini pois bianchi e un nastro sul collo che lo ingentilisce, sia in seta ocra brillante». Non manca un abito da sera: «Luccicante, luminoso, perchè torneremo a uscire, a godere della compagnia l’uno dell’altra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA