Aiuti alla popolazione ucraina, partiti da Calcinate tre tir con oltre 60 tonnellate di cibo

Solidarietà Nel pomeriggio di martedì 5 aprile sono partiti i primi tre camion di donazioni ricevute dalla Provincia di Bergamo attraverso la rete territoriale degli hub.

Aiuti alla popolazione ucraina, partiti da Calcinate tre tir con oltre 60 tonnellate di cibo
Il presidente Gandolfi e il consigliere Amaglio con i rappresentanti di Italtrans e delle 3 ditte coinvolte nel trasporto

Sono partiti nel pomeriggio di martedì 5 aprile da Calcinate i primi tre tir di donazioni ricevute dalla Provincia di Bergamo attraverso la rete territoriale degli hub, per portare aiuti umanitari alla popolazione ucraina. La partenza è avvenuta dall’hub centrale di Calcinate in occasione di una visita che il Presidente della Provincia Pasquale Gandolfi e il Consigliere delegato a Famiglia e Associazionismo nonché coordinatore del tavolo provinciale sull’emergenza Ucraina Damiano Amaglio hanno effettuato su invito della proprietà Italtrans.

Destinazione Romania

I mezzi trasportano in tutto oltre 60 tonnellate di cibo a lunga conservazione: biscotti, acqua, riso, pasta, latte, caffè e alimenti per bambini. La destinazione è la Romania, in particolare la Caritas di Iaşi e l’associazione «Dom Polski» a Suceava, realtà che stanno accogliendo nelle proprie strutture centinaia di profughi ucraini. L’organizzazione della spedizione è avvenuta su coordinamento di Italtrans Spa in collaborazione di Federazione Autotrasportatori Italiana (FAI) di Bergamo e grazie alla partecipazione di tre importanti aziende del territorio quali Cristinelli, Andrioletti e Soprani.

Gandolfi: «Fondamentale creare ponti istituzionali quale garanzia di trasparenza e per far sì che gli aiuti dei bergamaschi possano arrivare dove c’è bisogno»

«Sapevamo che i mezzi dovevano partire all’inizio di questa settimana, è stata una graditissima sorpresa assistere a questa partenza che testimonia il concretizzarsi del lavoro che stiamo facendo da un mese – commenta il Presidente Pasquale Gandolfi, che da giorni tiene aperti importanti canali diplomatici aggiornando sul lavoro del tavolo di coordinamento e preannunciando le prime consegne di materiale - Ho ritenuto fondamentale creare ponti istituzionali quale garanzia di trasparenza e per far sì che gli aiuti dei bergamaschi possano arrivare dove c’è bisogno. In questa fase abbiamo ritenuto importante sostenere i territori confinanti con l’Ucraina, sui quali versa oggi il maggiore onere dell’accoglienza di profughi e rifugiati».

Amaglio: «I servizi Protezione Civile e Mercato del Lavoro, in sinergia con il generoso tessuto socio economico bergamasco, ci stanno consentendo di costruire un modello interessante, solido ma flessibile»

«Ci stiamo preparando a correre una maratona, non i 100 metri, e sono orgoglioso dell’autorevolezza con cui la struttura della Provincia sta rispondendo. I servizi Protezione Civile e Mercato del Lavoro, operando in sinergia con il generoso tessuto socio economico bergamasco, ci stanno consentendo di costruire un modello interessante, solido ma flessibile. Siamo solo all’inizio ma guardo con fiducia al futuro impegnativo che ci attende» dichiara il Consigliere Damiano Amaglio.

Cocchi: «Questi viaggi sono i primi di una lunga serie perché la generosità dei bergamaschi sembra non fermarsi mai»

«Questi viaggi sono i primi di una lunga serie perché la generosità dei bergamaschi sembra non fermarsi mai. Il nostro compito è gestire questo slancio con serietà, trasparenza e responsabilità, perché venga recapitato quel che serve dove serve. Il valore aggiunto dato dallo staff di Italtrans Spa al tavolo di coordinamento si sta davvero rivelando decisivo e a loro va il nostro più sentito ringraziamento» aggiunge il Consigliere delegato alla protezione civile Massimo Cocchi.

Come contribuire

Ricordiamo che enti, associazioni, gruppi che stanno raccogliendo aiuti a livello locale possono portare quanto raccolto prendendo appuntamento ai tre hub territoriali ai seguenti recapiti:
• Zanica, via Padergnone (Palazanica): tel. 334.6568.303 (consegna su appuntamento il sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17)
• Treviglio, via Palazzo 29: tel. 335.7595656
• Albino, via Partigiani 2: tel. 035.759952 - [email protected]
La lista del materiale viene aggiornata settimanalmente sul sito e sui canali social della Provincia.
L’accesso agli hub non è consentito ai singoli cittadini. Per qualsiasi informazione è possibile contattare la nostra segreteria tel. 035387283, [email protected]

© RIPRODUZIONE RISERVATA