Cividate, l’aggressione ai Balestra
Fermati in Romania i 4 autori

Sarebbero stati bloccati in Romania dalle forze dell’Interpol i presunti autori dell’aggressione ad Adriano e Nello Balestra la sera del 9 dicembre 2014 a Cividate.

Cividate, l’aggressione ai Balestra Fermati in Romania i 4 autori
Nello Balestra e il figlio Adriano in ospedale, pochi giorni dopo l’aggressione

Si tratterebbe di tre uomini, di etnia rom, e di un quarto, anche lui rom, che nel frattempo era già finito in carcere per altri reati. Sarebbe arrivata, dunque, la conferma di quanto era trapelato qualche mese fa, prima dell’estate, quando si era diffusa la notizia che tre persone, indicate come componenti della banda che aveva agito a Cividate, erano state individuate dall’Interpol nel Paese dell’Est, dove sarebbero fuggite nei giorni successivi al fatto.

La scorsa settimana è stato firmato il mandato d’arresto internazionale, e i tre sarebbero stati fermati lunedì 28 dicembre con l’accusa di aver prima tentato il furto nell’officina meccanica della famiglia Balestra, degenerato nella brutale aggressione ai titolari quando la banda era stata scoperta mentre cercava di rubare rottame in ferro e altri scarti in metallo. Nello Balestra era stato colpito a più riprese e violentemente con delle spranghe d’acciaio, mentre il figlio Adriano ha rischiato di rimanere schiacciato contro il muro del capannone dal Ford Transit guidato da uno degli aggressori. A riportare le conseguenze più gravi è stato il padre, rimasto in coma per diversi giorni e sottoposto poi ad una lunga riabilitazione: oggi è su una sedia a rotelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA