La banda del rame frena l’alta velocità
Ancora un furto: spariti 500 metri di cavi

Non c’è pace nei cantieri del tratto Treviglio-Brescia della linea ad alta velocità Milano-Venezia bersagliati dai ladri a caccia dei cavi di rame. A rischio i termini di completamento dell’opera.

La banda del rame frena l’alta velocità Ancora un furto: spariti 500 metri di cavi
I resti dei cavi depredati dalla banda

L’ultimo furto è stato messo a segno nel tratto del cantiere fra Calcio e Urago d’Oglio (Brescia): sono stati asportati cavi di rame per una lunghezza di circa 500 metri il cui valore ammonta a poco meno 100 mila euro. Dati ufficiali da parte di Cepav 2 non sono stati diffusi. Sommando però le cifre dei colpi messi a segno nei mesi scorsi e di cui si è avuta conoscenza, il danno economico causato dai furti dell’«oro rosso» (iniziati nel 2015, anno durante il quale il consorzio ha presentato più di 40 denunce) supera il milione di euro. Non c’è però solo il danno economico, i raid stanno mettendo a rischio il rispetto dei termini per il completamento dei 39 chilometri della linea ferroviaria (a cui ne vanno aggiunti altri 18,6 per l’inter-connessione con la stazione di Brescia) che, è previsto, dovrà entrare in funzione a dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA