«La laurea a Nizza Da fine dicembre non vedo la famiglia»
Roberto Tiraboschi

«La laurea a Nizza
Da fine dicembre
non vedo la famiglia»

Decidere di lasciare i propri affetti e la propria terra natale per trasferirsi in un altro Paese e inseguire i propri sogni non è mai facile. Figuriamoci a 16 anni. Roberto Tiraboschi, oggi 22 anni, di Bergamo, però ce l’ha fatta.

E quella di partire è la miglior scelta che abbia mai preso in vita sua, dice. «La mia storia all’estero – racconta – è iniziata quando avevo 16 anni e frequentavo il liceo linguistico “G. Falcone” di Bergamo. Nel 2015 mia madre mi ha parlato della possibilità di fare un’esperienza di studio all’estero come liceale e io, avendo sempre avuto uno spirito aperto e la voglia di viaggiare, ho pensato di cogliere l’occasione e studiare per un anno in un altro Paese. Tramite un’agenzia che si occupa proprio di far fare queste esperienze ai ragazzi ho vinto una borsa di studio e ho deciso che la mia meta sarebbe stata la Francia, perché l’inglese già lo parlavo bene e volevo migliorare il mio francese. Inoltre la Francia è da sempre una mia passione, quindi diciamo che non ho avuto dubbi sulla scelta della meta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA