Addio a Equitalia, cosa cambia? Ecco come si rottamano le cartelle

Addio a Equitalia, cosa cambia?
Ecco come si rottamano le cartelle

Addio a Equitalia, arriva Agenzia Riscossione. Sì, ma le cartelle esattoriali che fine fanno? Gli annunci dei giorni scorsi sembrano aver chiarito il destino di multe e sanzioni in sospeso.

Ma districarsi tra slogan e diciture formali dei provvedimenti pubblicati in Gazzetta ufficiale non è facile. Proviamo a riassumere e spiegare le misure previste dal decreto.

PAGAMENTI ANTICIPATI - La principale novità è l’abolizione di Equitalia, sostituita dalla nuova agenzia che sarà attiva dal primo luglio 2017 e sarà sotto l’autorità del ministero dell’Economia e delle Finanze. Chi è in debito con Equitalia avrà la possibilità di pagare subito e meno rispetto a quanto dovuto. I pagamenti anticipati dovrebbero portare, almeno secondo le previsioni contenute nel decreto, 2 miliardi di euro. Chi aderirà a questa “rottamazione” delle cartelle potrà pagare in un’unica soluzione o in quattro rate: in questo caso, la terza rata deve essere versata entro il 15 dicembre 2017 e la quarta entro il 15 marzo 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA