Addio mamma coraggio Hai sempre amato la vita
oberta «Beba» Scappaticcio, autrice di poesie e testi teatrali sulla Sla, che l’ha colpita nel 2004

Addio mamma coraggio
Hai sempre amato la vita

Roberta «Beba» Scappaticcio di Adrara san Rocco, è morta a 46 anni. Malata di Sla da 16 anni, ha scritto con lo sguardo poesie e testi teatrali.

Non solo Adrara San Rocco, ma tutto il basso Sebino è in lutto per la scomparsa di Roberta Scappaticcio 46 anni, ammalata di Sclerosi laterale amiotrofica (Sla), da tutti conosciuta come Beba e da tempo ospite nella casa di riposo Santa Maria Ausiliatrice di Bergamo - Fondazione Carisma. Le sue condizioni si sono aggravate circa due settimane fa, tanto da costringere i sanitari che la seguivano a un ricovero al Papa Giovanni, dove nella notte di lunedì è morta.

«Nonostante nel 2004, subito dopo il parto, le fosse stata diagnosticata la terribile malattia neuromuscolare che l’ha tenuta immobile – racconta il marito Eros Piccioli Capelli – ha continuato ostinatamente ad amare la vita. “Non mollare mai!” mi diceva sempre. Roberta è stata un esempio di determinazione e di capacità di convivere con la malattia, un forte messaggio di speranza per chi lotta e combatte contro la Sla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA