Al via il primo giorno di scuola Dopo 6 mesi, chiamata per 200 mila

Al via il primo giorno di scuola
Dopo 6 mesi, chiamata per 200 mila

È probabilmente l’inizio di anno scolastico più atteso e, allo stesso tempo, temuto. Per gli studenti, gli insegnanti e le famiglie l’anno scolastico 2020/2021 inizia nella Bergamasca questo tanto atteso lunedì 14 settembre.

Sono circa 200 mila le persone (studenti, insegnanti, collaboratori scolastici e personale amministrativo) che in provincia di Bergamo si sposteranno, per i prossimi mesi, per ragioni scolastiche. Dopo oltre sei mesi le scuole torneranno ad aprire le porte a bambini e ragazzi, la didattica tornerà a essere in presenza dopo contatti e lezioni virtuali. Sarà una scuola diversa da come l’avevamo lasciata a fine febbraio: dal punto di vista dello spazio fisico, delle possibilità di movimento, e della didattica.

I sorrisi solo dietro le mascherine, i banchi distanziati, l’intervallo nei corridoi solo un ricordo lontano. E poi gli ingressi e le uscite scaglionate, i percorsi personalizzati per raggiungere le aule, la mensa (in molti casi) in classe, le sanificazioni continue degli ambienti. Una nuova normalità aspetta la comunità scolastica, che negli ultimi mesi ha lavorato per arrivare a oggi il più preparata possibile. Sono stati affrontati tanti problemi: alcuni sono stati risolti, altri lo saranno solo grazie all’esperienza che giorno per giorno permetterà alle scuole di limare i dettagli delle nuove procedure e dei nuovi modi di stare insieme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA