Alta Val Seriana e Valle di Scalve senza contagi: non accadeva da un anno
Una panoramica di Clusone (Foto by Fronzi)

Alta Val Seriana e Valle di Scalve senza contagi: non accadeva da un anno

Per il territorio dei 24 comuni (da Ponte Nossa alla val di Scalve), tra i più colpiti dalla prima ondata, il trend positivo è un bel segnale. «Non siamo Covid free ma la direzione è quella giusta».

«Stiamo andando nella giusta direzione»: è il pensiero della presidente dell’Ambito della Val Seriana superiore e Val di Scalve Flavia Bigoni che di fronte all’assenza di nuovi contagi in tutti i 24 comuni dell’ambito 9, nella settimana dal 19 al 25 maggio, ha invitato comunque alla prudenza e al rispetto delle regole.

Per il territorio dei 24 comuni (da Ponte Nossa alla val di Scalve), tra i più colpiti dalla prima ondata, il trend positivo è un bel segnale: non accadeva dalla scorsa estate di non avere nemmeno un contagio, un dato positivo che non deve invitare però a far abbassare la guardia . «I dati provinciali e nello specifico del nostro ambito fanno ben sperare – ha detto la dottoressa Bigoni -. Però negli ultimi giorni qualche positivo c’è stato, non possiamo definirci Covid free. Soprattutto dobbiamo prestare molta attenzione anche alle varianti. È importante non abbassare la guardia, abbiamo visto cosa è successo in Sardegna che è passata da zona bianca a rossa in poco tempo. I numeri ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta e che dobbiamo continuare a vaccinarci e a rispettare le regole: distanziamento, mascherina, igienizzazione». Sul fronte vaccinazioni i dati sono incoraggianti, nel centro vaccinale di Clusone nell’ultima settimana sono stati somministrate oltre mille dosi al giorno (tra prime e seconde) con punte anche di oltre 1.400. «Le vaccinazioni proseguono in funzione della disponibilità dei vaccini - aggiunge - ma anche delle prenotazioni e quindi della scelta dei cittadini di vaccinarsi. I vaccini ora ci sono, speriamo di mantenere questi numeri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA