Azzano, «la manovra fu volontaria» Il Riesame riqualifica in omicidio doloso

Azzano, «la manovra fu volontaria»
Il Riesame riqualifica in omicidio doloso

Nell’ordinanza con cui ha accolto l’appello del pm il tribunale di Brescia
ritiene credibili le testimonianze degli amici di Luca Carissimi e Matteo Ferrari, morti il 4 agosto.

La testimonianza degli amici di Luca Carissimi e Matteo Ferrari, ritenuta credibile; le immagini del video dell’incidente, indicative non solo del momento dell’impatto; la versione di Matteo Scapin, l’indagato, non così attendibile; i danni alla sua Mini Cooper, compatibili con un urto violento e non con un tamponamento casuale. Matteo Scapin, accusato di aver provocato la morte di Luca Carissimi e Matteo Ferrari la notte del 4 agosto sulla Cremasca, deve tornare in carcere, aveva stabilito a fine settembre il Riesame accogliendo il ricorso del pm Raffaella Latorraca sulla misura cautelare contro l’ordinanza del gip che aveva disposto i domiciliari derubricando l’ipotesi di reato in omicidio stradale: un delitto colposo. Ora, depositate le motivazioni dell’ordinanza, è più chiaro perché il Riesame abbia accolto il ricorso del pm, riqualificando l’ipotesi di reato in omicidio doloso. Volontario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA