Bergamo, buche e vie dissestate «Serve una task force di stradini»
La Corsarola in Città Alta in un’immagine d’archivio

Bergamo, buche e vie dissestate
«Serve una task force di stradini»

L’assessore Brembilla al lavoro per creare due squadre di pronto intervento: «Una per il centro storico, l’altra per città bassa».

Nel centro storico – dove ciottoli e sanpietrini saltano via come niente dal selciato – farebbero comodo. Ma anche in città bassa sarebbero di grande utilità. Stradini da pronto intervento, una «task force» comunale per coprire buche e rattoppare strade in tempi veloci.

Squadre da due, tre operai l’una, in grado di intervenire a poche ore dalle segnalazioni. E con il compito di fare prevenzione, vigilando sullo stato di salute di vie e piazze. Un’ipotesi alla quale l’assessorato ai Lavori pubblici sta pensando da tempo. Sembra cosa da poco e invece non è facile – tra risorse limitate e carenza di personale – organizzare un servizio di questo tipo, fanno sapere dal Comune. «Vorrei poter assumere del personale, ma bisogna capire se c’è la disponibilità finanziaria. Penso soprattutto a Città Alta, con una squadra appositamente dedicata in tre o quattro mesi potremmo sistemare tante cosettine». In via Corsarola, ad esempio, la più battuta del centro storico. Migliaia di persone vi transitano ogni giorno, oltre ad auto e furgoni che salgono a rifornire negozi, bar e ristoranti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA