Campagna vaccinale anti Covid Accordo tra Ats e medici di famiglia

Campagna vaccinale anti Covid
Accordo tra Ats e medici di famiglia

Via libera al coinvolgimento dei medici di medicina generale nelle somministrazioni del vaccino, sulla scorta delle intese a livello regionale e nazionale. I «rinforzi» in campo entro una settimana. Buona adesione anche nelle Asst.

La svolta. Se la campagna vaccinale deve prendere il volo, a maggior ragione nel nuovo moltiplicarsi delle varianti, servono anche le risorse umane. E stanno per arrivare, in buon numero. Con la speranza – decisiva – che anche le consegne dei vaccini riprendano a correre. Mercoledì 24 febbraio, infatti, è stato siglato l’accordo tra l’Ats di Bergamo e i medici di medicina generale - rappresentati da Mirko Tassinari (Fimmg Bergamo), Marco Agazzi ( Snami), Vincenzo De Gaetano (Smi Bergamo) e Giancarlo Testaquatra (Intesa Sindacale) -, per il coinvolgimento di questi ultimi nelle somministrazioni del vaccino anti-Covid, sulla scorta delle intese a livello regionale e nazionale. Già da ieri sera si è aperta la possibilità per i medici di manifestare la propria disponibilità: la «finestra» sarà aperta sino al 7 marzo, ma alla luce del momento cruciale l’impiego dei primi professionisti potrebbe iniziare già nel giro di una settimana, con la loro presenza in primis negli hub territoriali già allestiti in Bergamasca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA