Clusone, «il posto mi spetta» Lite sull’autobus finisce a ombrellate

Clusone, «il posto mi spetta»
Lite sull’autobus finisce a ombrellate

Battibecco tra una donna sui settant’anni e un’altra incinta, finita all’ospedale per accertamenti

Una un po’ su d’età, l’altra incinta. Secondo le norme, entrambe avevano diritto a utilizzare il posto libero sull’autobus. E chi delle due volesse far valere la prelazione sull’altra non è stato chiarito: fatto sta che sull’autobus che stava arrivando a Clusone, venerdì mattina intorno alle 10, per quel posto a sedere tra le due donne si è scatenata una pesante discussione. Talmente pesante che oltre al battibecco sono arrivati anche i fatti: stando a quanto poi è stato ricostruito dai carabinieri di Clusone, lo scontro verbale si è trasformato in ombrellate, inferte dalla donna sui settant’anni alla donna in dolce attesa, di origini marocchine, sui trent’anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA