Positivi, curva piatta: crolla la crescita «Bergamo, segnali di discesa» - I dati

Positivi, curva piatta: crolla la crescita
«Bergamo, segnali di discesa» - I dati

Analoga tendenza in Lombardia. Spada: «Confortante, speriamo di migliorare ancora».

Il picco, il piatto e l’inizio della discesa che s’intravede sullo sfondo, non troppo distante. L’ondata pare calare d’intensità, finalmente, e lo si legge in filigrana nei numeri. L’Rt, l’indice di riproduzione del virus, per la provincia di Bergamo per esempio è ora «attorno a 1», come comunicato ieri da Ats Bergamo. «I casi di positività sono in aumento ma lieve, quindi la curva tende a stabilizzarsi, la media giornaliera è di 234 positivi ed è in diminuzione, il rapporto positivi/tamponi è al 10%», è il punto tracciato ieri da Alberto Zucchi, direttore del Servizio epidemiologico aziendale dell’Ats, nella consueta call con i sindaci bergamaschi. Sono 3.700 circa le persone attualmente positive (e non 6.500), 3.000 i contatti in isolamento fiduciario. A livello territoriale resta «nota dolente» la Bassa, mentre i focolai dell’alto Sebino sono «definitivamente rientrati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA