Daspo al Bocia, niente deroghe Si attende la sentenza, c’è dialogo
Claudio «Bocia» Galimberti

Daspo al Bocia, niente deroghe
Si attende la sentenza, c’è dialogo

Al corteo dei tifosi organizzato sabato per chiedere che Galimberti possa tornare allo stadio, il nuovo questore Maurizio Auriemma ha risposto con un invito in via Noli. E così, ecco l’incontro di lunedì, terminato mezz’ora prima del fischio d’inizio di Atalanta-Empoli. Incontro che è stato definito da entrambe le parti positivo e all’insegna della cordialità.

La sentenza del Consiglio di Stato, cui s’è appellata la difesa di Claudio «Bocia» Galimberti per il famoso «Daspo della porchetta» rimediato dal leader della Curva Nord il 12 aprile 2015, congela per ora ogni decisione. Ma l’incontro avvenuto in questura fra i legali del capo ultrà Andrea Pezzotta e Federico Riva, l’onorevole curvaiolo Daniele Belotti e due esponenti della tifoseria nerazzurra con il questore Maurizio Auriemma e il vicario Edgardo Giobbi ha aperto squarci di dialogo fra due posizioni che fin qui erano sembrate molto distanti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA