Diabetici ad alto rischio, i non vaccinati sono 6.921

Diabetici ad alto rischio, i non vaccinati sono 6.921

Lo studio dell’Ats: questi malati in caso di contagio hanno il 22% di pericolo di ricovero in più di chi ha altre patologie. Zucchi: devono proteggersi subito.

Diabete, patologia infida, spesso silenziosa per lungo tempo, e che, se non curata, comporta molti rischi e complicazioni. In tempi di Covid, i rischi aumentano, se non si è protetti dal vaccino. Lo dimostra uno studio, che l’Ats di Bergamo, Agenzia per la tutela della salute, ha attivato con l’Università di Milano Bicocca (e che a breve sarà oggetto di una pubblicazione scientifica): Alberto Zucchi, responsabile del Servizio epidemiologico aziendale dell’Ats, il professor Lorenzo Mantovani, facoltà di Medicina, Centro studi sulla Sanità pubblica dell’Università di Milano Bicocca e la ricercatrice Sara Conti, hanno censito la popolazione di diabetici (è stata presa in considerazione solo la popolazione con diabete di tipo 2) nella Bergamasca, analizzando i numeri dei vaccinati, gli effetti della protezione del vaccino nella popolazione diabetica (in termini di rischi di ricovero e di decesso) e confrontando i rischi in caso di contagio Covid tra la popolazione con una patologia cronica diversa dal diabete e quella invece con il diabete (senza altre patologie croniche o con una o più patologie oltre al diabete).

© RIPRODUZIONE RISERVATA