Fanno le valigie i medici dei turisti Sindaci allarmati: i rinforzi dove sono?

Fanno le valigie i medici dei turisti
Sindaci allarmati: i rinforzi dove sono?

Scade venerdì 31 luglio gran parte del personale medico del servizio di continuità assistenziale stagionale. Mancano indicazioni sui rimpiazzi. «Attività essenziale, i nostri medici condotti sono già presi d’assalto»

Mentre i turisti salgono, i medici rischiano di scendere. Nelle valli prima travolte dall’epidemia e ora rinfrancate da un’estate a chilometro zero che le ripopola di villeggianti, l’allarme resta attorcigliato a una questione sanitaria, declinata questa volta nel presidio della continuità assistenziale stagionale, cioè l’ex guardia medica turistica:se a luglio il servizio è stato assicurato, per agosto un’incognita pesa su gran parte delle valli.

Per oggi sarebbe attesa una svolta, con una comunicazione da parte di Ats sulle modalità del servizio. La data di oggi, tra l’altro, è cruciale proprio perché gran parte dei medici in servizio «scade» appunto al 31 luglio. L’allarme giunge ancora una volta dai sindaci, le prime sentinelle sul territorio. «Siamo messi malissimo», è il commento sconsolato di Mauro Marinoni, primo cittadino di Rovetta , dove la locale guardia medica turistica copre anche Fino del Monte, Onore, Songavazzo, Cerete: «Oggi (ieri per chi legge, ndr) ci hanno avvisato che, contrariamente alle attese, lunedì non arriverà nessuno – spiega Marinoni -. Da lunedì siamo a piedi: vedremo come fare, come arrangiarci. Per di più lo sappiamo all’ultimo; i nostri medici condotti sono già presi d’assalto, hanno 40-50 chiamate al giorno, non possono arrivare ovunque. La montagna si sente abbandonata, peggio dell’ultima ruota del carro: ho passato tutto il giorno a cercare un medico per conto mio, telefonando a ogni contatto possibile». «Stiamo aspettando comunicazione – spiega Angelo Migliorati, sindaco di Castione della Presolana -. Ed è un bel problema: la gente qua è tanta, il servizio è fondamentale. A luglio abbiamo avuto il servizio, ad agosto però i villeggianti sono ancora di più. Confidiamo fino all’ultimo nella telefonata. Non dovesse esserci, sarebbe opportuno chiedere un incontro con la direzione di Ats».

© RIPRODUZIONE RISERVATA