Fontana, i parlamentari e i sindaci Tutti a Bratto con la testa al 2026

Fontana, i parlamentari e i sindaci
Tutti a Bratto con la testa al 2026

«Uniti per raggiungere un obiettivo comune», solo così, e con il supporto di tutti, si potrà sperare di portare nelle valli bergamasche (Seriana, Scalve e Brembana) un pezzetto delle «Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026».

Non si parla di gare, ma di allenamenti delle squadre e inoltre di eventi legati ai Giochi. Oggi, su invito del primo cittadino di Castione Angelo Migliorati si terrà il primo incontro per la costituzione del «Comitato pro Olimpiadi Invernali 2026 Bergamasche» proprio ai piedi della Regina delle Orobie, a Bratto. Sono attese una cinquantina di persone tra sindaci dei Comuni interessati, gestori e proprietari degli impianti, i presidenti delle tre comunità Montane, rappresentati di Provincia, Regione Lombardia, parlamentari e senatori bergamaschi. Confermata la presenza del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e del sottosegretario Antonio Rossi.

«L’incontro di lunedì sarà fondamentale per capire se c’è condivisione di questa idea da parte di tutti gli attori e l’appoggio della politica, che già si è espressa a favore dell’iniziativa - ha detto il sindaco di Castione Angelo Migliorati –. L’obiettivo è portare nelle valli bergamasche qualche appuntamento: allenamenti di qualche squadra oppure eventi ad hoc. I nostri territori hanno davvero bisogno di un grande messaggio di positività, di un segno di solidarietà, per ripartire e i Giochi posso essere una grandissima occasione, per tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA