«Ho donato i soldi del bonus Covid, ma l’Inps li rivuole»
Angelo Bagini

«Ho donato i soldi del bonus Covid, ma l’Inps li rivuole»

Angelo Bagini, consigliere comunale a Carona, ha devoluto i soldi all’ospedale di Ponte San Pietro: «Era giusto, mi hanno salvato».

Donò i soldi del bonus Covid-19 di marzo e aprile 2020 all’ospedale e agli infermieri che lo avevano curato, ma ora l’Inps gli chiede di restituirli. È quanto successo ad Angelo Bagini, consigliere comunale di Carona, che un anno fa vinse la sua lotta contro il coronavirus dopo una battaglia lunga quasi 2 mesi combattuta all’interno del Policlinico di Ponte San Pietro.

«Tutto nasce tra marzo e aprile 2020 – racconta Bagini –, quando, mentre ero ricoverato, essendo libero professionista mi sono stati assegnati i bonus Covid di marzo e aprile per un totale di 1.200 euro. Appena li ho visti sul mio conto corrente ho sentito non fosse giusto tenerli, perché già ero stato ricoverato per 2 mesi a carico dello Stato e in più ricevevo dei soldi?». L’uomo, una volta dimesso dall’ospedale, dona quella cifra a chi lo aveva curato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA