I dati della Bergamasca: negli ultimi 2 mesi  zero contagi in 91 Comuni - I dati

I dati della Bergamasca: negli ultimi 2 mesi
zero contagi in 91 Comuni - I dati

Il virus ha frenato, fino ad azzerarsi, in una fetta consistente della Bergamasca: in più di un terzo dei Comuni. Ecco tutti i numeri.

In 91 località orobiche, infatti, da più di un mese non si registrano nuovi contagi ufficiali per coronavirus. Anzi: in almeno – ecco la precisazione – 91 comuni. È il dato che si ricava spulciando tra i dati forniti da Regione Lombardia, considerando solo i Comuni dove da inizio emergenza si sono contati almeno 4 casi di positività (una scelta che fornisce una platea di Comuni più rappresentativi). Se in totale i Comuni della Bergamasca sono 243, quelli in cui si sono avuti almeno 4 casi dal 23 febbraio sono 224: e appunto tra questi 224, oltre una novantina – quasi la metà, da questa prospettiva – è riuscito ad azzerare la circolazione del Sars-CoV-2 tra il 10 luglio e il 16 agosto, ultima rilevazione su base comunale disponibile. In altri 33 Comuni tra quelli censiti, è invece dal 10 giugno che i tamponi danno esito negativo: più di due mesi senza la terribile notizia che ha scandito la quotidianità bergamasca dal 23 febbraio in poi.

Fatta la premessa di metodo, la panoramica può scavare nel dettaglio degli angoli della Bergamasca dove la tempesta dei contagi s’è affievolita. Tra le 91 località senza positivi da oltre un mese, non ci sono i piccoli centri, quelli dove è numericamente più facile aspettarsi lo zero. Ci sono infatti luoghi importanti dell’Isola, per esempio Bonate Sopra s’è fermato a 92 contagi, Brembate di Sopra a 126, Mapello a 75, Villa d’Adda a 72. Nella Bassa, hanno frenato in particolare Cologno al Serio (117), Levate (50) e Verdello (99). Anche dalla Val Seriana, terra martire, arrivano note positive: Ardesio s’è assestata a 44 contagi, Castione della Presolana a 73. Anche tra i Comuni che invece non registrano nuovi positivi dal 10 giugno, quindi da più mesi, non ci sono solo piccoli Comuni o località dove i contagi si sono contati solo sulle dita di una mano: ci sono, tra gli altri, anche Calvenzano (61 casi), Terno d’Isola (72) e Valbrembo (61), dove i numeri assoluti sono significativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA