«I miei 34 anni all’ex Casa degli angeli»  Guido Molinero, l’ultimo il più duro
Guido Molinero

«I miei 34 anni all’ex Casa degli angeli»
Guido Molinero, l’ultimo il più duro

Guido Molinero va in pensione e lascia l’Unità di riabilitazione specialistica dove era entrato nel 1987 e che ha diretto per quattordici anni.

«Lascio dopo l’anno più difficile. Col tempo, poi, dover spiegare a un ragazzo di 20-30 anni che resterà per tutta la vita su una sedia a rotelle, mi pesava sempre di più. Guardandoli negli occhi, quei giovani, rivedevo forse i miei figli, che oggi hanno la loro età. E mi immedesimavo».

Lunedì mattina Guido Molinero sarà regolarmente in corsia, a Mozzo, tra i pazienti dell’Unità di riabilitazione specialistica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII. Ma il suo giro, oggi, avrà un sapore del tutto particolare: lui che questo centro ha contribuito a farlo crescere, fino a diventare uno dei fiori all’occhiello dell’ospedale cittadino, e che dirige ormai da 14 anni, da domattina sarà in pensione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA