I sogni di Cloe stroncati da un malore improvviso
Cloe Giani Giavazzi

I sogni di Cloe stroncati da un malore improvviso

Il corpo esanime della dodicenne è stato trovato nella casa a Milano dalla madre. Era nipote di Renato Giavazzi, presidente di Confagricoltura Bergamo: «Un dolore immenso».

Un malore improvviso ha stroncato a soli 12 anni la vita di Cloe Giani Giavazzi. Il dolore per la tragica scomparsa della ragazza ha colpito tutta la sua famiglia, molto conosciuta nella Bergamasca. Il nonno Renato Giavazzi è presidente di Confagricoltura Bergamo dal 1997 e proprio settimana scorsa è stato riconfermato alla guida dell’associazione. Anche il bisnonno della ragazza, Giovanni Giavazzi, scomparso a 98 anni poco meno di due anni fa, a fine giugno del 2019, ha partecipato alla vita istituzionale e politica bergamasca, dagli anni Sessanta ricoprendo importanti incarichi: presidente della Provincia, presidente del Credito Bergamasco e parlamentare europeo negli Settanta e Ottanta, per due mandati nelle liste della Democrazia Cristiana. Successivamente è stato anche presidente di Italcementi e della Fondazione Carlo Pesenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA