Il ministro Cartabia: «Pratichiamo la giustizia come faceva don Resmini»
Don Fausto Resmini: a lui sarà intitolato il carcere di Bergamo

Il ministro Cartabia: «Pratichiamo la giustizia come faceva don Resmini»

Il ministro della Giustizia, Marta Cartabia, oggi a Bergamo per intitolare il carcere al cappellano morto di Covid. L’intervento integrale su «L’Eco di Bergamo».

Il ministro della Giustizia Marta Cartabia nella mattinata di lunedì 19 aprile sarà a Bergamo per l’intitolazione della casa circondariale di via Gleno a don Fausto Resmini, il cappellano degli ultimi portato via dal Covid il 23 marzo 2020. La Guardasigilli prima farà visita anche al Patronato di Sorisole, «cuore» dell’opera del sacerdote di Lurano. «Don Fausto non cercava riconoscimenti formali ma praticava la giustizia», scrive la ministra nell’intervento che terrà stamattina e che ha anticipato a L’Eco di Bergamo , ricordando il suo incontro col sacerdote. Per la direttrice dell’istituto penitenziario Teresa Mazzotta «il carcere cammina col territorio. Come ci ha insegnato don Fausto, dentro e fuori collaborano».

Ecco il testo integrale dell’intervento che il ministro della Giustizia Marta Cartabia pronuncerà questa mattina a Bergamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA