La Regione stanzia 250 mila euro per riaprire la rivierasca del Sebino
La frana che a Riva di Solto ha investito la valle Dossol

La Regione stanzia 250 mila euro
per riaprire la rivierasca del Sebino

Chiusa dal 25 maggio per rocce instabili sopra la strada, i fondi si aggiungono ai 150 mila euro della Provincia

La Provincia di Bergamo, una settimana fa, aveva stimato in «circa 400 mila euro» il costo di un intervento complessivo di messa in sicurezza per il dissesto idrogeologico che a Riva di Solto ha investito la valle Dossolo e per le opere di mitigazione del rischio lungo la strada rivierasca. Il movimento di rocce e massi verificatosi in un bosco posto a più di cento metri di altezza sopra la strada, pur non avendo raggiunto la carreggiata, ha consigliato a Via Tasso di chiudere al traffico, dallo scorso 25 maggio, la strada rivierasca tra Riva di Solto e Tavernola, tagliando così a metà la sponda bergamasca del lago . Proprio la Provincia ha coordinato gli interventi del Comune di Riva di Solto e della Regione Lombardia per trovare una soluzione il prima possibile. «La Provincia – aveva spiegato Mauro Bonomelli, consigliere provinciale con delega alla viabilità e alle infrastrutture – ha già speso o messo a disposizione 150 mila euro; il resto dovrà essere stanziato dagli altri enti».

In linea con tali previsioni, è arrivata la risposta di Regione Lombardia. Ammonta infatti a 250 mila euro lo stanziamento deciso dal Pirellone per il ripristino . I lavori, in buona parte già progettati per un costo complessivo di quasi 415 mila euro, verranno eseguiti con la modalità della somma urgenza. Si tratterà di un lavoro in quattro fasi: le prime serviranno per una messa in sicurezza preventiva e una iniziale riapertura della Sebina, eventualmente a senso alternato. Con le ultime due fasi si completeranno tutti i lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA