La storia di un parto ai tempi del Covid «Io positiva mentre il mio bambino no»

La storia di un parto ai tempi del Covid
«Io positiva mentre il mio bambino no»

L’attesa per l’emozione più importante della vita dura nove mesi. Quel tempo però oggi si dilata e s’arricchisce di ansie, di paure, anche di tensioni. Affrontare una gravidanza in pandemia, affrontarla scoprendo appena prima del parto di essere positivi al Covid.

Vivere tutto ciò che ne consegue: i tamponi, soprattutto l’attesa per i tamponi, il periodo della quarantena, la distanza dagli affetti.

Sara Ghigo ha 36 anni, è di origini piemontesi e abita in città. La sua esperienza è la fotografia di ciò che accade a tante neomadri, a tante famiglie: il contrasto stridente tra la gioia della nascita e l’apprensione per le conseguenze della positività, pur quando la malattia non manifesta i propri sintomi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA