Lovere, terzo rogo in una settimana I carabinieri cercano un piromane

Lovere, terzo rogo in una settimana
I carabinieri cercano un piromane

Nel mirino tre edifici abbandonati, sempre al mattino. In un caso accertato il dolo. Escluse minacce o estorsioni, l’ipotesi prevalente per gli inquirenti è quella dell’atto vandalico.

Se due indizi sono una coincidenza, tre indizi fanno una prova. Nell’alto Sebino è ufficialmente iniziata la caccia al piromane che in una settimana ha dato fuoco a tre edifici abbandonati e inutilizzati.

Anche ieri mattina infatti i vigili del fuoco volontari di Lovere sono dovuti intervenire per spegnere un incendio che ha seriamente danneggiato un’abitazione vuota e disabitata, da anni posta all’interno dell’area delle ex cave di gesso di Lovere, in località Reme, la stessa dove otto giorni fa (giovedì della scorsa settimana) si era verificato il primo incendio ai danni di una baracca utilizzata fino a un paio di anni fa come pollaio e deposito di attrezzi agricoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA