Paladina in lutto per la 28enne Paola «Non dimenticheremo la tua dignità»
Paola Scanzi

Paladina in lutto per la 28enne Paola
«Non dimenticheremo la tua dignità»

La giovane estetista di Paladina se n’è andata a soli 28 anni dopo aver combattuto la malattia. Prima di morire la donazione all’ospedale.

Se n’è andata a soli 28 anni Paola Scanzi. Si è spenta sabato a Paladina, preceduta di sette mesi dalla madre Maria Vincenza Lorusso. La giovane - che lavorava come estetista - non è riuscita a superare la battaglia, lunga e sofferta, con la malattia, lasciando, oltre al padre Gianpietro, al fratello e alle due sorelle, anche tanti amici e amiche che negli ultimi tempi le erano stati particolarmente vicini.

E sono stati proprio loro - e in particolare alcune amiche - a raccontarne la vita, ma anche le sofferenze sopportate negli ultimi due anni e cioè da quel febbraio del 2018 in cui comparvero i primi sintomi della grave patologia che se l’è portata via: «Tutto era iniziato con un banale formicolio al braccio - scrivono -. Ti fecero gli esami e l’esito risultò positivo: un brutto mostro (come lo chiamavi tu). Ce lo comunicasti con la solita ironia e poi affrontasti tutto il percorso con grande coraggio. Con il tuo carattere sei sempre riuscita a non farci pesare il tuo dolore, sia fisico che psicologico, anzi hai sempre mostrato disponibilità a chi ti chiedeva aiuto o anche un parere per ogni cosa, perché contava più il sorriso degli altri che il tuo». Iniziarono così le prime chemio «e i capelli rasati dalla Sciura Maria che ti aveva accolto come una figlia, avevi la parrucca nuova che chiamavi Samara - ricordano ancora le amiche - e non osavi entrare nel solito bar ma tu eri bella così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA