Parla il cacciatore aggredito a Fara  «Non sono animalisti, ma    delinquenti»

Parla il cacciatore aggredito a Fara
«Non sono animalisti, ma delinquenti»

Solidarietà all’81enne Lino Pessina ferito da un gruppo di giovani mentre era a caccia: «Mi ha telefonato anche l’assessore regionale Rolfi».

Tornerà nel suo capanno di Fara Gera d’Adda per una battuta di caccia, senza paura, nonostante in quel luogo l’ultima domenica di novembre sia stato affrontato da sei animalisti, uno dei quali lo ha ferito leggermente al viso e a una gamba . Lino Pessina, cacciatore 81enne di Almenno San Salvatore, è sereno e sta già programmando la sua calata in pianura, nel capanno della frazione Badalasco, nel bosco dei Dossi.

Ieri mattina il pensionato ha ricevuto una telefonata di solidarietà dall’assessore regionale al’Agricoltura, Fabio Rolfi: «Mi ha fatto molto piacere questo suo interessamento – ha ammesso il cacciatore –. Mi ha chiesto come stavo e di raccontargli come era andata. Gli ho detto tutto e lui mi ha garantito che porterà l’episodio all’attenzione del prefetto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA