Prof scopre il tumore e combatte «Non spreco le energie in rabbia»
Paola Cornero fotografata da Luisa Morniroli

Prof scopre il tumore e combatte
«Non spreco le energie in rabbia»

Paola Cornero. Dalla diagnosi all’impegno nel volontariato: «Nella cura ho ricevuto molto, desidero restituire».

C’è chi sprofonda da solo nel suo deserto, e chi sceglie di reagire con forza, senza perdere il sorriso, come Paola Cornero, che da 5 anni convive con un tumore al seno metastatico, ma insegna Lettere all’istituto Paleocapa di Bergamo, ed è anche neo-presidente dell’associazione Amiche per mano, attiva a 360 gradi nel mondo del volontariato. Sposata, madre di tre figli tra i 20 e i 27 anni, seguendo l’invito dello scrittore Robert Louis Stevenson «Tieni per te le tue paure, ma condividi con gli altri il tuo coraggio», ha superato la sua riservatezza e ha accettato di esporsi scrivendo contributi coinvolgenti per un blog de «La Repubblica» intitolato «Lottare, vivere, sorridere» dove donne con la sua stessa patologia raccontano la loro personale strada di resistenza. È venuta a patti con la sua timidezza per offrire sostegno ad altre pazienti con tumore al seno, e proprio per contribuire a questa battaglia di informazione e prevenzione, ha permesso alla fotografa Luisa Morniroli e alla scrittrice Cristina Barberis Negra di ritrarla per la manifestazione «Sorrisi in rosa», un progetto promosso dai senologi di Humanitas.

© RIPRODUZIONE RISERVATA